Esteri

In Canada è davvero la fine del mondo

Primi arresti per il maxi-furto da 30 milioni di dollari di sciroppo d'acero, e le famiglie americane tremano per i loro pancake

Una varietà di bottiglie di sciroppo d'acero puro in vendita in un supermercato americano (Credits: AP Photo/Charles Krupa)

Si stringe il cerchio attorno ai ladri di sciroppo. Le autorità del Quebec hanno annunciato di avere arrestato tre persone, accusate di un maxi-furto di sciroppo d'acero la scorsa estate. Si parla di circa 30 milioni di dollari di scorte, che sono state poi rivendute sul mercato nero.

La Federazione dei Produttori di Sciroppo d'Acero del Quebec è un vero e proprio cartello mondiale. Diecimila produttori che lavorano in 7.300 compagnie di produzione sparse su tutto il territorio e che hanno in mano il 75% della fornitura mondiale e accumulano riserve anno per anno, per fronteggiare le oscillazioni di mercato.

Proprio come il greggio, lo sciroppo d'acero è considerato un bene prezioso, che viene utilizzato non solo dalla maggior parte delle famiglie americane per la loro colazione a base di pancakes, ma anche dall'industria alimentare per la confezione di dolci e biscotti.

Attivi dagli anni '40, i produttori di sciroppo d'acero del Quebec hanno recentemente allargato il loro parco d'affari fino al Giappone, dove le spedizioni del prezioso liquido dolce sono esplose del 252% tra il 2000 e il 2005, e tuttora fanno registrare il boom di vendite.

Merito delle caratteristiche naturali dello sciroppo, che viene utilizzato in sostituzione dello zucchero in molte diete ipocaloriche. Il concetto che esistano delle riserve di sciroppo d'acero in Quebec potrebbe far sorridere, ma in realtà queste ultime garantiscono che ci sia abbastanza sciroppo per il mercato dell'intero pianeta.

La produzione è volatile. Gli aceri hanno bisogno di cure certosine e a volte una gelata o un batterio può causare la perdita improvvisa di molti litri di sciroppo. Per questa ragione le scorte sono così importanti. Resta il fatto che, dato che il Quebec ha nelle mani i tre quarti della produzione mondiale, i prezzi restano alti e praticamente il settore dello sciroppo d'acero non conosce concorrenza, a scapito delle tavole americane.

Si è calcolato che i barili trafugati la scorsa estate sono stati prontamente rivenduti quasi interamente sul mercato interno. Insomma, le scorte drammaticamente intaccate ora causeranno un po' di problemi per la vendita su larga scala. La crisi economica colpisce anche i pancakes e risparmiare sullo sciroppo d'acero a molti deve essere sembrata cosa buona e giusta.

© Riproduzione Riservata

Commenti