Una folla di duemila fedeli (più tanti altri riuniti davanti a un maxi-schermo) ha dato l'ultimo saluto nella Cattedrale di Rouen a padre Jacques Hamel, il religioso sgozzato esattamente una settimana fa mentre diceva messa nella chiesa di Saint-Etienne-du Rouvrier da due giovani terroristi islamici (a loro volta uccisi dalla polizia francese), la cui azione è stata quindi rivendicata dall'Isis.

La messa è stata celebrata dall'arcivescovo di Rouen, Dominique Lebrun, insieme con l'arcivescovo di Marsiglia e presidente della conferenza episcopale francese, Georges Pontier, e con l'ex arcivescovo di Rouen, Jean-Charles De'cubes.

In una conferenza stampa che ha preceduto la cerimonia, svoltasi tra ingenti misure di sicurezza, l'arcivescovo Lebrun si è rallegrato per la scelta della famiglia Hamel di leggere un passo del vangelo secondo Matteo - noto come "il discorso della montagna'' - nel quale Gesù dice: "Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano". 

© Riproduzione Riservata

Commenti