Un incontro importante: dopo che la tensione fra le due Coree era aumentata quest'estate, in seguito al ferimento di due soldati sudcoreani, i due governi hanno cercato di placare la tensione fra i due Paesi.

I Funzionari di Seoul e Pyongyang si sono visti oggi presso il villaggio di Panmunjom che si trova in una zona neutrale, , come prevedeva l'accordo siglato il 25 agosto, per cercare di sbloccare una situazione ferma da cinque anni. I rapporti fra Seul e Pyongyang si erano interrotti nel 2010, quando una nave militare sudcoreana venne affondata da un siluro che la Corea del Sud sosteneva provenire da un sottomarino del Nord.
Nel 2013, infine, dopo aver fissato una data d'incontro, la Corea del Nord lo aveva disdetto il giorno prima, lamentandosi dell'età troppo avanzata del Funzionario di Seoul. 

L'inviato a Seoul della BBC, Stephen Evans, riporta che l'incontro non ha portato a nessun accordo sostanziale ma che è sicuramente il primo passo importante per cercare di cambiare il clima di sfiducia che esiste fra le due Coree.

Sempre secondo Evans, è stato un modo di riprendere il colloquio, cercando poi di fissare veri e propri incontri operativi più avanti e, forse, anche a livelli più alti. Cosa confermata anche dall'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap.

Le parti hanno dunque firmato un accordo, dopo che Pyongyang ha espresso il proprio dispiacere per un episodio di agosto ovvero il ferimento, con una mina, di due soldati sudcoreani. 

Il punto: 

- Il 4 agosto due soldati sudcoreani di guardia al confine sono stati gravemente feriti da una mina; la colpa è stata attribuita alla Corea del Nord. Il Nord ha negato di aver posizionato la mina.
- Il Sud ha iniziato le trasmissioni di propaganda nel nord, facendo infuriare Pyongyang che a sua volta ha dichiarato un "semi-stato di guerra" e ha iniziato a implementare le truppe al fronte.
- Dopo i colloqui,tenuti a Panmunjom, i due paesi hanno deciso di placare le tensioni: il Sud ha fermato le trasmissioni di propaganda e il Nord ha tirato indietro le truppe dal confine.
 - Avevano inoltre concordato di lavorare per riunire le famiglie separate dalla guerra di Corea (1950-53): uno dei nodi ricorrenti negli accordi tra i due paesi. Cosa in parte avvenuta in ottobre.


- Il conflitto storico tra le due Coree si era concluso con un armistizio: il che significa che i due paesi sono ancora tecnicamente in guerra.

© Riproduzione Riservata

Commenti