Esteri

Charlie Hebdo, ancora minacce alla redazione

La procura di Parigi apre un fascicolo per "minacce di morte" dopo alcuni messaggi minatori lasciati sulla pagina Facebook del giornale satirico

Il nuovo numero di Charlie Hebdo

13 gennaio 2015. Il numero di Charlie Hebdo post attentato pronto alla distribuzione nelle edicole a Nantes, in Francia. Pubblicato in 3 milioni di copie, è andato esaurito in tutto il mondo. – Credits: EPA/EDDY LEMAISTRE

Nuove minacce contro Charlie Hebdo, il settimanale satirico francese gravemente colpito dai terroristi il 7 gennaio 2015. Secondo informazioni di Le Parisien, la direzione del giornale, che vive sempre sotto protezione della polizia, ha presentato una denuncia dopo il ripetersi di messaggi "che lasciano intendere" nuovi attacchi contro diversi membri della redazione.

 

È così che il 22 giugno il procuratore di Parigi ha aperto un fascicolo per "minacce di morte" nell'arco di un breve periodo di tempo, tre o quattro giorni a metà giugno. Nei messaggi, alcuni dei quali sarebbero arrivati direttamente anche in redazione, si fa riferimento alla volontà di attaccare fisicamente i giornalisti. Per ora i giornalisti di Charlie Hebdo non commentano.

Il 7 gennaio 2015 morirono sotto i colpi dei fratelli Kouachi 12 persone, fra cui 5 disegnatori storici del giornale.

- TUTTO SULLA STRAGE DI CHARLIE HEBDO

© Riproduzione Riservata

Commenti