US President Barack Obama statement on mass shooting at Orlando nightclub
Esteri

Attentato a Nizza, la condanna dei leader politici

Dal presidente Obama che ha offerto il suo aiuto per le indagini al premier turco Erdogan che dice: "In questo mondo non c'è posto per questi barbari"

Sulla strage di Nizza il mondo politico si unisce solidale alla Francia colpita duramente al cuore. Le reazioni internazionali sono numerose, fin dalle prime ore. Tra le prime quella del presidente degli Stati Uniti Barack Obama che condanna duramente quello che sembra essere un orribile attacco terroristico perpretrato ai danni non solo di Nizza, ma della Francia provocando decine di morti e feriti fra civili innocenti. "I nostri pensieri - dice il presidene americano - e le nostre preghiere vanno alle famiglie e ai cari che sono rimasti uccisi, e speriamo in un pronto recupero per i tanti feriti. Ho dato ordine al mio staff di rimanere in contatto con le autorità francesi, e ho offerto la mia assistenza per indagare su questo attacco e consegnare i responsabili alla giustizia". E prosegue: "Siamo solidali con la Francia, il nostro più vecchio alleato per il modo in cui risponderà e si riprenderà da questo attacco. Nel giorno della Bastiglia, riportiamo alla mente la straordinaria resistenza e i valori democratici che hanno reso la Francia un'ispirazione per tutto il mondo, e sappiamo che il carattere della Repubblica francese durerà a lungo dopo questa devastante e tragica perdita di vite".

Una manciata di parole riassumono il cordoglio del premier Matteo Renzi che ritwittato le dichiarazioni del presidente francese Francois Hollande dopo l'attentato di Nizza: "La Francia piange, è addolorata, ma è forte e lo sarà sempre di più dei fanatici che oggi vogliono colpirla". Una nazione, ma soprattutto una città, che questa mattina appaiono ferite e blindate.

 
LEGGI ANCHE: La strage di Nizza LEGGI ANCHE: Nizza e il lutto della stampa internazionale - FOTO


Dal vertice Asia- Europa (ASEM ) a Ulan Bator, in Mongolia il primo ministro Li Keqiang ha espresso forte indignazione e condanna per l'attacco mortale avvenuto a Nizza, oltre al suo profondo dolore per le vittime. "La Cina lavorerà con la Francia e la comunità internazionale per rafforzare la cooperazione contro il terrorismo e salvaguardare la giustizia e la pace nel mondo".

Anche la cancelliera tedesca Angela Merkel a Ulan Bator, in Mongolia, dove si trova in visita di Stato, riferendosi alla strage di Nizza dice: La Germania e' al fianco della Francia nella lotta al terrorismo. E sono convinta che malgrado tutte le difficolta' vinceremo questa battaglia".

LEGGI ANCHE: Attentato a Nizza, chi è l'autore della strage


"Condanniamo con forze il terrorismo e siamo consapevoli di cosa sia e intendiamo continuare a fare il possibile per andare avanti nella lotta contro il terrorismo in tutte le sue forme, che non possono avere alcuna giustificazione", ha detto il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov. Nel suo telegramma inviato al presidente francese Francois Hollande, Vladimir Putin ha scritto: "La brutalità e il cinismo di questo crimine commesso nella festa nazionale francese sono scioccanti. Abbiamo visto ancora una volta che la morale umana è assolutamente estranea al terrorismo, le sue vittime sono civili innocenti, compresi donne e bambini".

LEGGI ANCHE: Attentato a Nizza, chi sono le vittime


Il leader turco Recep Tayyip Erdogan definisce gli attentatori come barbari che non fanno differenza tra Paesi e condanna con forza l'attacco disumano che si è verificato a Nizza durante le celebrazioni per la festa nazionale. "Esprimo le mie sincere condoglianze alle famiglie delle vittime e al popolo francese. Il terrore non ha religione, razza o nazionalità. In questo mondo non c'è posto per questi barbari e non ce ne dovrebbe essere. Dobbiamo renderci conto tutti insieme che per le organizzazioni terroristiche non c'è differenza tra Turchia e Francia, Iraq e Belgio, Arabia Saudita e America" il leader di Ankara. "Una forte condanna è stata espressa anche dal premier, Binali Yildirim. "Il terrorismo è un crimine contro l'umanità, nessuno sa chi e quando colpirà nel prossimo futuro", ha scritto su Twitter il capo del governo della Turchia, colpita a sua volta negli ultimi mesi da diversi attacchi terroristici.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>