Nel territorio piceno la zona più colpita dal terremoto che alle 3.36 del 24 agosto ha fatto 49 vittime (il numero è ancora provvisorio visto che si cercano ancora decina di dispersi), è quella di Arquata del Tronto e in particolare la frazione di Pescara del Tronto. Qui, si continua a scavare e a sperare. Anche se la frazione della provincia di Ascoli non esiste più dopo che il sisma ha toccato i 6.0 di magnitudo paragonabile a 1 milione di bombe al tritolo.

Ad Arquata tra le vittime anche una bambina di 18 mesi, Marisol: i vigili del fuoco hanno trovato il corpicino tra le macerie, mentre i genitori sono stati salvati e portati in ospedale. Una tragedia che si aggiunge a una tragedia. La mamma, rimasta a lungo sotto le macerie, era scampata al terremoto de L'Aquila nel 2009 e da lì aveva voluto allontanarsi dopo quell'esperienza terribile, trasferendosi ad Ascoli.

LEGGI ANCHE: Terremoto in Centro Italia, 73 i morti - Foto, video

Due bambini, di 4 e 6 anni sono stati estratti vivi dalle macerie: la nonna, che li ospitava, li ha infilati insieme a lei sotto al letto. La donna è stata estratta viva dalle macerie, mentre il nonno non ce l'ha fatta.

Due turisti romani sono stati estratti vivi e salvati delle macerie della loro abitazione crollata. Fra le vittime anche il padre del parroco di Villa Lempa.

LEGGI ANCHE: Terremoto in Centro Italia: Amatrice, un centro cancellato dal sisma - FOTO Terremoto in Centro Italia: Accumoli non c'è più - FOTO

La frazione di Pescara del Tronto è ridotta a un unico blocco di macerie tra cui cercare le persone che mancavano all'appello su 135 abitanti totali. Ma è difficile fare un calcolo delle persone che mancano al'appello perché queste piccole cittadine d'estate vengono prese d'assalto dai turisti, dalle famiglie.

Molti residenti e persone in vacanza, soprattutto da Roma, sono rimaste intrappolate sotto le case completamente distrutte. 

Anche ad Arquata, residenti e persone in vacanza sono rimasti intrappolati: decisa l'evacuazione dell'intero borgo storico perché risultato inagibile.

© Riproduzione Riservata

Commenti