Cronaca

Papa Francesco ed il diavolo

Dopo il presunto gesto di esorcismo che il pontefice avrebbe fatto ad un giovane si torna a parlare di Satana in Vaticano - il video -

Il presunto esorcismo che papa Francesco avrebbe compiuto verso un giovane disabile (Credits: Tv2000)

Per una volta il Vaticano e Dan Brown sono d’accordo. Il diavolo e l’inferno sono tornati al centro dell’attenzione. Protagonista papa Francesco secondo il quale il diavolo è una realtà presente e viva, capace di influire sulla storia dell’uomo e sulla vita della Chiesa.

Fedele a una religiosità tradizionale e alla spiritualità latinoamericana, Bergoglio fin dal primo giorno nei suoi discorsi e nelle sue preghiere ha fatto riferimento alla lotta contro il diavolo che va messa in campo dalla Chiesa senza remore. Se al tempo di Giovanni Paolo II si discuteva se l’Infermo fosse vuoto, in virtù della misericordia di Dio, e in quello di Benedetto XVI il problema del demonio era rimasto sullo sfondo, con papa Francesco il tema torna ad essere centrale.

La preghiera di guarigione recitata da Francesco domenica al termine della Messa sul capo di un disabile ammalato ha riacceso l’attenzione su questo aspetto della spiritualità del Papa. Il disabile era infatti accompagnato da un sacerdote messicano dei Legionari di Cristo che in passato è stato esorcista. E tale sacerdote avrebbe spiegato al Santo Padre che quell’ammalato era già stato sottoposto ad esorcismi. In piazza il pontefice non poteva compiere un vero e proprio esorcismo, ma ha pronunciato una preghiera diversa rispetto alla semplice benedizione compiuta sugli altri ammalati.

Sulla vicenda si è aperta una vivace polemica che ha chiamato in causa Tv 2000, la tv della Cei che per prima ha segnalato l’episodio, ridimensionandone in seguito la portata. Ma al di là delle interpretazioni, la sensibilità del Papa sul tema degli esorcismi sta catalizzando l’attenzione del mondo. Da anni gli stessi esorcisti lamentato il disinteresse della Chiesa su tali problemi e ora finalmente si augurano che vi siano più sacerdoti preparati a celebrare il rito degli esorcismi. Molti anche coloro che ritenendosi preda del demonio si avvicinano alle cerimonie di papa Francesco. E i legionari di Cristo sono gli unici che nella loro università, l’Ateneo Regina apostolorum, ogni anno organizzano un gettonatissimo corso per sacerdoti che vogliono diventare esorcisti.

© Riproduzione Riservata

Commenti