Cronaca

Monte Rosa: quando l'alpinismo incontra la morte

Sono tedeschi l'uomo e la donna precipitati dalla Cresta del Breithon centrale. Da appurare le cause dell'incidente

monte-rosa

Il complesso del Monte Rosa – Credits: ANSA / UFFICIO STAMPA MEZZALAMA

Due alpinisti sono morti dopo essere precipitati dalla Cresta del Breithorn centrale, a circa 4.000 metri di quota, sul gruppo del Monte Rosa. I loro corpi sono stati recuperati dal soccorso alpino valdostano dopo l'allarme dato da altri alpinisti impegnati in un'ascensione nella stessa zona.

Il recupero dei corpi è avvenuto nel ghiacciaio di Verra, sul versante Sud del massiccio del Monte Rosa, nell'alta valle di Ayas, in Valle d'Aosta. Le salme sono poi state portate a Champoluc a disposizione della guardia di finanza per le operazioni di identificazione.

Le due vittime sono un uomo di 31 anni e una donna di 57 che, secondo una prima ricostruzione, sono precipitati per circa 150 metri mentre erano impegnati nella traversata del Breithorn centrale, "un tratto che si fa in conserva", ovvero in cordata, spiega il comandante del Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia, Massimiliano Giovannini.

Da accertare le cause dell'incidente: uno dei due potrebbe essere scivolato, trascinando con sè l'altro alpinista a cui era legato. Oppure potrebbe essere stata fatale "una cornice di
neve, ieri c'è stato brutto tempo", ipotizza Giovannini. (AGi/ANSA)

© Riproduzione Riservata

Commenti