Live blogging

15 settembre

17:45 Il cadavere di un uomo è stato ritrovato nel greto del fiume Nure, tra Spettine e Carmiano, nel piacentino, non lontano da dove è stata ritrovata l'auto del padre e figlio di Bettola dispersi da ieri in seguito all'ondata di maltempo. La scoperta è stata effettuata da volontari impegnati nelle ricerche: sono in corso verifiche per identificare la vittima. In precedenza si era appreso che alle 4:53 del 14 settembre Luigi Agnelli aveva pubblicato un post sul suo profilo Facebook: "Mi è straripato il Nure in faccia... Sommerso da un fiume d'acqua... Ho rischiato di rimanerci. Ora so cosa provano e hanno provato le vittime dei fiumi in piena. Terrore... Grazie ai miei Angeli". Poi però il silenzio...

14:40 Confermato dalle Unità di ricerca e soccorso il ritrovamento della carcassa dell'auto su cui viaggiavano Filippo e Luigi Agnelli, padre e figlio di Bettola, i due uomini scomparsi ieri dopo essere stati travolti dall'acqua nel Piacentino. Su indicazione di alcuni agenti del Corpo Forestale dello Stato che perlustravano a piedi il greto del fiume non distante dal ponte di Spettine, nel comune di Ponte dell'Olio, un velivolo militare ha fatto scendere con un verricello un tecnico che ha ispezionato le lamiere affioranti dai detriti, scoprendo così il mezzo semi-sepolto dal fango, poi estratto grazie a una ruspa. 

07:45 Risultano ancora dispersi Filippo e Luigi Agnelli, padre e figlio di Bettola, di cui non si hanno notizie dopo l'emergenza maltempo che l'altra notte ha devastato Valtrebbia e Valnure, nel Piacentino. Per ora l'unica vittima accertata rimane quindi Luigi Albertelli, di Pontedellolio, guardia giurata 56enne dell'istituto di vigilanza Ivri, la cui auto di servizio è stata spazzata via dalla forza del torrente Nure. In meno di quattro ore sono caduti 320 mm di pioggia sulla zona, un dato definito eccezionale dalla stessa Protezione civile dell'Emilia-Romagna. Nell'area è previsto oggi l'arrivo del presidente della Regione, mentre la Giunta ha già deciso uno stanziamento straordinario di due milioni di euro per i primi interventi, chiedendo anche (al pari della Liguria) l'attivazione di un sopralluogo del Dipartimento nazionale di Protezione civile per la dichiarazione dello stato di emergenza.

14 settembre

16:30 I due dispersi nel torrente Nure sono padre e figlio di Bettola, i cui nomi non sono stati per ora rivelati, e non fratelli come si era appreso in precedenza. La loro auto, un fuoristrada, è stato inghiottita dalla piena all'altezza di Recesio. Si erano messi in macchina alle 5 diretti a Como, dove il padre doveva essere sottoposto a visita medica. All'altezza di Recesio, dove anche l'auto della guardia giurata Luigi Albertelli è stata inghiottita dal fiume, il Cherokee è stato travolto dalla violenza della piena.

15:43 È stato trovato il cadavere della guardia giurata dispersa nel Piacentino. Il corpo di Luigi Albertelli, 56 anni, di Pontedellolio, era a poca distanza dalla carcassa della vettura di servizio dell'istituto di vigilanza Ivri, rinvenuta in località Riva. Ancora irrintracciabili i due fratelli di Bettola di cui si sono perse le tracce.


13:30 È emergenza per il maltempo nel Piacentino dove i torrenti Nure e Trebbia hanno esondato, a seguito di piogge torrenziali. Tre persone risultano al momento irrintracciabili: sono una guardia giurata dell'Ivri, la cui auto ammaccata è stata ritrovata nella zona di Pontedellolio, e due fratelli di Bettola che forse viaggiavano sulla strada provinciale 654, un tratto della quale eè stato "inghiottito" dall'acqua.

 "In meno di quattro ore sono caduti 320 millimetri di pioggia, che per quella zona sono un fatto veramente eccezionale. È la quantità maggiore che abbiamo registrato da quando siamo operativi come Protezione civile rispetto a precedenti eventi, anche impegnativi". Il dato è stato fornito al Tgr Rai da Maurizio Mainetti, responsabile della Protezione civile dell'Emilia-Romagna. "Ancora per le prossime ore ci sarà un'evoluzione dei picchi di piena, che stanno transitando nella parte di pianura, nei comuni di Piacenza e Caorso - ha spiegato - In quei tratti ci sono ancora alcune limitate esondazioni delle aree limitrofe al corso d'acqua. Invitiamo le persone a prestare la massima attenzione, non avvicinarsi agli argini e alle zone allagate". Nel pomeriggio la Protezione civile prevede una drastica attenuazione dei fenomeni, quindi un miglioramento del tempo.

Un'auto travolta

A Recesio un'auto è finita in acqua e il giovane che era alla guida si è salvato nuotando, mentre a Ferriere un'abitazione è crollata sotto la spinta dell'acqua: gli occupanti l'avevano già abbandonata. Travolte dalla piena le roulotte di giostrai che avevano raggiunto Bettola per una fiera e che si sono salvati arrampicandosi sugli alberi. Sempre a Bettola, una donna è stata fatta uscire di casa dai vicini, che l'hanno aiutata a salire sul tetto. A Farini, Bettola e Ottone sono state trascinate in acqua varie auto. A Bobbio è crollato il ponte di Barberino, portando con sé la conduttura del gas. Isolata per il crollo di un altro ponte la vallata tra Ottone e Ponte Organasco; a Marsaglia alcune case invase dell'acqua sono state abbandonate dagli abitanti. In azione tutte le squadre disponibili dei vigili del fuoco, con l'ausilio di un elicottero per le ricognizioni dall'alto, protezione civile, forze dell'ordine e sanitari del 118.

Nubifragio su Genova

Una tempesta di fulmini e un nubifragio si sono abbattuti su Genova e il levante genovese tra mezzanotte e l'una di oggi. Intorno a mezzanotte una forte pioggia ha colpito il Golfo Paradiso. Il torrente Recco ha raggiunto i limiti di guardia. Frane e allagamenti a Recco, Sori, Camogli e Portofino. Nubifragio a Genova, con conseguente innalzamento del torrente Bisagno che resta nei limiti di guardia e viene costantemente monitorato. Il sito di Arpal segnala l'esondazione del torrente Aveto, sulle alture di Genova, poco dopo l'una

Scuole chiuse oggi a Favale di Malvaro, Rezzoaglio e Santo Stefano d'Aveto nell'entroterra del Tigullio Ligur . In località Cabanne è esondato un torrente costringendo i soccorritori a evacuare un centro per anziani. Circa tredici le persone coinvolte. Frane si sono verificate a Cabanne, Rovegno, Lumarzo e a Verzi. Tanti interventi che hanno costretto i vigili del fuoco a intervenire tutta la notte. Interventi singoli da Recco a Rapallo come cadute alberi, piccoli smottamenti e soccorsi a persone rimaste con le auto bloccate nell'acqua. Problemi alla viabilità con la provinciale 586 chiusa per Carasco e una frana che ha lasciato isolata per tutta la notte Favale di Malvaro.


© Riproduzione Riservata

Commenti