Esattamente 9 anni fa iniziava l'operazione "Strade Sicure". Per 3.285 giorni in 48 località del territorio nazionale si sono dati il cambio migliaia di uomini in grigioverde.

Partiti in 3.000, oggi i militari coinvolti nell'operazione sono più che raddoppiati. Dopo 9 anni di attività, oggi l'organico conta 7.000 soldati in servizio permanente. Tra gli interventi più significativi, oltre ai compiti di controllo del territorio, la partecipazione alle operazioni di soccorso alla popolazione colpita dal sisma de L'Aquila nel 2009. Sette anni più tardi, nell'agosto 2016, le forze dell'operazione "Strade Sicure" sono state impiegate in occasione del terremoto che ha colpito Amatrice ed altri paesi dell'Italia centrale.

Passando per il servizio all'Expo di Milano del 2015, i militari sono intervenuti in Campania con compiti di sorveglianza e controllo di discariche illegali e roghi di rifiuti nella cosiddetta "Terra dei fuochi".

Impiegati nel G7 di Taormina e in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, gli uomini di "Strade Sicure" sono stati largamente impiegati nell'emergenza migranti

Le cifre aggiornate dell'operazione parlano di 15.500 arresti, 2.950.000 persone controllate, 2,2 tonnellate di sostanze stupefacenti sequestrate.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti