Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Cronaca

Le scosse emiliane registrate anche in California

Il sisma italiano  viene registrato dai sismografi persino negli Stati Uniti: l'intervista

Terremoto in Emilia: ecco che cosa vede l'Europa

Terremoto del 3 giugno di magnitudo 5.1 registrato dal sismografo di Camaiore, Lucca – Credits: Osservatorio sismico Apuano

In Emilia la terra continua a tremare. La paura della popolazione si sta trasformando ormai in rabbia: rabbia per un terremoto che sembra non voler lasciare più la pianura padana.  Gli esperti segnalano, se pur con  cautela,  che l’attività sismica si starebbe lentamente spostando verso la parte ovest della regione. Ma quando in Emilia la terra trema, le scosse vengono rilevate anche nei vari Paesi d'Europa? E oltreoceano? L'ultima forte scossa di magnitudo 5.1 che si è verificata ieri sera è stata registrata in Francia, Svizzera e persino in Olanda. I movimenti della placca adricatica, rimasta immobile per centinaia di anni, sono stati rilevati anche dai sismografi statunitensi.  

Paolo Frediani, Direttore dell'Osservatorio Sismico Apuano, in contemporanea con il terremoto in Emilia, in quali altre Paesi del mondo o in Europa sono  state registrate scosse sismiche?  
Nel mondo, in una stessa giornata, si possono verificare migliaia di eventi sismici anche di lieve entità. Ma in contemporanea con quello avvenuto in pianura padana non abbiamo rilevato scosse significative nelle aree confinanti.

Eppure, a Redwood City,  in California, i sismografi hanno registrato, assieme ad una forte scossa locale, il sisma di magnitudo 5.1 che si è verificato in Emilia...
Le onde sismiche generate da un forte terremoto vengono registrate a migliaia di chilometri di distanza: ovviamente più la stazione sismica è lontana dall'ipocentro, maggiore è il tempo che intercorre dal momento del sisma alla registrazione. Le stesse, per  percorrere 5.000 km, possono impiegare parecchi minuti come nel caso in cui lei accenna. Tutto questo è in funzione anche del tipo di onde sismiche che vengono prese in considerazione e degli strati geologici che devono attraversare.

Quali altri Paesi ha attraversato la faglia emiliana?
È un sistema complesso di faglie, molto esteso lungo tutto l'arco appenninico derivante dallo scontro con la placca adriatica. Il sistema è rimasto, nell’area attualmente interessata dai sismi,  in equilibrio per circa 500 anni nei quali non ha generato forti terremoti. Un lasso di tempo che per la memoria umana  è particolarmente lungo ma sotto il profilo geologico è un battito di ciglio.  

Terremoto-in-Emilia-registrato-dall-Olanda_emb8.gif
Scassa-in-California_emb8.jpg
Terremoto-del-3-giugno-Camaiore-Lucca_emb8.gif
terremoto-3-giugno-Fivizzano-Aulla_emb8.gif
© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>