Cronaca

La 'spot beach' d'Italia è esplosivo

Nella spiaggia 'caraibica' italiana preferita dai registi per spot pubblicitari e film sono stati ritrovati 13 ordigni 

E' esplosiva la spiaggia dei registi e degli attori

– Credits: Web

Spiaggia off limits per attori, registi, bagnanti e surfisti. In una delle spiagge italiane tra le più gettonate per spot pubblicitari e set cinematografici, sono state trovate 13 bombe nascoste a pochissimi centimetri di profondità.

L’arenile “esplosivo” è quello della Spiaggia Bianca di Vada, nel cuore di litorale livornese, due chilometri di sabbia bianchissima con dune verdeggianti che ricorda paesaggi caraibici. Questa spiaggia da anni è la meta preferita dei surfisti ma anche di registi e agenzie pubblicitarie italiane e straniere che la scelgono per girare spot pubblicitari e film divenuti poi famosissimi. Da Neri Marcorè e Raffaella Carrà nello spot della Tim a Paolo Virzì che ha deciso di girarci parte del film “I più grandi di tutti”, dalla Nbc alla Endemol Produzioni di Roma, dal set di Fausto Brizzi con le 200 comparse nude in “Maschi contro femmine” allo spot di “Aruba Island” della compagnia di registrazione di domini web. Su questa spiaggia sono passate veramente tante celebrità del piccolo e del grande schermo. E tutte ovviamente ignare di camminare su una sabbia così esplosiva.

Infatti mentre giravano gli spot o il film sorridendo e ripetendo copioni imposti dallo sceneggiatore, non sapevano di camminare, correre e rotolarsi su un vero e proprio “tappeto” di bombe costituito da quasi una ventina di mine anticarro insabbiate ad una profondità neppure troppo elevata: 70 -80 centimetri.

La scoperta è stata fatta alcuni giorni fa da un operaio che con la ruspa stava lavorando al ripascimento dell’arenile. Durante una manovra il braccio della macchinario si è incastrato in qualcosa di metallico. L’operaio ha iniziato a scavare con le mani portando alla luce il primo di una serie di ordigni bellici.

Adesso sulla spiaggia più amata dai registi ci sono solamente i tecnici della Abc General Engineering di Firenze, azienda da anni specializzata nella bonifica da ordigni bellici e sminamento. Una parte delle mine anticarro finora individuate sono state trovate ammassate in un unico luogo. I tecnici infatti, ipotizzano che fossero raccolte in una unica cassa, modello "Teller", stoccata dalle truppe tedesche durante la Seconda guerra mondiale lungo la costa in previsione di uno sbarco da parte degli Alleati. Poi, guerra finita, le bombe sono rimaste lì.

Ma a quanto pare il lavoro di sminamento non è finito. Sia i tecnici che la Capitaneria di porto non escludono che quella spiaggia “caraibica” ne possa nascondere altrettante.
Sulla spiaggia bianchissima di Vada è stato girato anche il film “Area Paradiso” con Diego Abatantuono. Nel  2003 il regista Enrico Oldoini ci ha voluto ambientare il suo film "Tredici a tavola". E sempre su questa spiaggia sono “sbarcati “ anche gli stranieri: il network radiotelevisivo statunitense Nbc. Protagonista delle riprese l’attrice premio Oscar Marisa Tomei, per il programma televisivo “Who Do You Think You Are?”, trasmissione nota negli States  e che ricostruisce l’albero genealogico delle star americane. E ancora, "Noi" la serie di quattro puntate che Mediaset ha commissionato alla Endemol Produzioni di Roma per la regia di Peter Exacoustos.

© Riproduzione Riservata

Commenti