Cronaca

Esclusivo - Gubitosi: "Da Minoli pressioni da chiunque"

Il dg Rai, Luigi Gubitosi confessa sul numero di Panorama in edicola dal 30 maggio che "...stavo per firmargli un contratto a mia insaputa". La risposta di Minoli: bugiardo

Il direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi (Credits: ANSA/DANIELE MASCOLO)

«Ora mi critica, ma quando mi chiedeva di rinnovargli il contratto diceva che ero bravissimo». È quanto afferma in un’intervista a Panorama, da domani in edicola, il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi a proposito di Giovanni Minoli, conduttore del programma La storia siamo noi.

«Minoli ha un contratto molto oneroso per la Rai, di 2,499 milioni in tre anni» aggiunge Gubitosi. «Inoltre si è tenuto alcuni diritti del programma: restano alla Rai per dieci anni e poi tornano a lui… Gli è stato proposto un contratto come autore, senza la
struttura di Rai 150, ma lui voleva conservare la struttura (circa 70 persone, nrd) e il ruolo. Per questo mi ha fatto martellare da chiunque, ogni politico che incontro mi dice che Minoli è andato a farsi raccomandare».

Sempre a proposito di Minoli, il dg della Rai aggiunge una circostanza particolare: «Pensi che a fine anno abbiamo rinnovato una convenzione con la presidenza del Consiglio e ci siamo ritrovati, a nostra insaputa, anche l’indicazione di Giovanni Minoli come consulente. Meno male che se ne è accorta la presidente Anna Maria Tarantola».

Sul possibile reintegro in Rai di Augusto Minzolini, ex direttore del Tg1, Gubitosi ha detto: «Posso solo dire che, nel momento in cui diventa senatore di un partito, è difficile per un direttore dare la percezione di essere super partes, francamente non ce lo vedo in un tg».

A Panorama il direttore della Rai annuncia sia la novità che da quest’estate Raiuno, Raiude e Raitre saranno trasmesse in HD, sia la decisione di rifare tutti gli studi televisivi. Inoltre, per quanto riguarda i precari Rai, Gubitosi ha affermato: «Stiamo proponendo ai sindacati di stabilizzarli in anticipo, e cioè di trasformare subito, rispetto ai tempi che ci eravamo dati, i contratti a tempo determinato».

© Riproduzione Riservata

Commenti