bossetti-yara
Cronaca

Caso Yara, cosa può accadere a Bossetti in Cassazione

Esauriti i giudizi di merito si possono aprire le questioni di leggittimità per tentare l'apertura di un processo bis. Ecco quali sono

Dopo la conferma in appello della condanna all'ergastolo per l'omicidio di Yara Gambirasio, a Massimo Bossetti non è rimasto che sperare nella Corte di Cassazione (terzo grado di giudizio).

Esauriti i giudizi di merito (che non possono essere rivisitati) i difensori del muratore di Mapello potranno proporre davanti alla Suprema Corte solo questioni di legittimità, tentando di cancellare la sentenza di secondo grado e di aprire un processo bis.

Per lui sono tre le opzioni che gli avvocati difensori potranno tentare, in base anche a quale saranno le motivazioni della sentenza espressa.

  • Illogicità nella ricostruzione dei fatti - È un caso che si presenta quando la sentenza viene motivata con evidenti illogicità nella ricostruzione dei fatti fino alla colpevolezza del condannato.
  • Nullità o inutizzabilità dei dati - Se i difensori avessero eccepito nullità o inutilizzabilità di singoli atti - al centro del processo c'è sempre stato l'accertamento del profilo genetico di Bossetti dopo il ritrovamento del suo dna sulle mutandine della piccola Yara - potrebbero farne oggetto ricorso per "inosservanza delle norme processuali".
  • Mancata prova decisiva - Nel caso del processo Gambirasio questo caso potrebbe essere rappresentato dalla mancata assunzione di una prova decisiva a favore di Bossetti. La difesa aveva infatti da tempo richiesto di poter effettuare una nuova perizia sul Dna ritrovato sulla vittima e attribuito a Bossetti.

È stato del resto questo il tema su cui più si è dibattuto anche in camera di consiglio per oltre 15 ore prima della sentenza di appello: la possibilità di fare una perizia per confrontare la traccia biologica trovata sui leggings e sugli slip di Yara Gambirasio con quella di Massimo Bossetti a cui si era risaliti analizzando il dna. Resta dunque il nodo più controverso che in secondo grado ha visto prevalere la linea colpevolista ma che la Cassazione potrebbe riaprire.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti