Cronaca

Caronte o Minosse? "Meteo bufale"

"Il caldo di questi giorni è nella norma, altro che allarmi". Parola di meteorologo

Caronte o Minosse? Le bufale del "meteo infernale"

– Credits: Sala previsioni meteorologiche dell'Aeronautica Militare

Nessun caldo eccezionale o temperature anomale per la media del periodo. Siamo a luglio e le temperature massime registrate negli ultimi 30 anni sono inferiori solo di un paio di gradi a quelle rilevate in queste ore”.

Macché Minosse o Caronte, dunque, il caldo  di questi giorni non è poi così infernale. Almeno, non da temperature bollenti descritte nell' Inferno della Divina Commedia dal poeta toscano, Dante Alighieri.

“La media delle temperature massime registrate nell’ultimo trentennio è di 31-32 gradi- spiega a Panorama.it, il tenente colonnello, Alessandro Fuccello, Capo Sezione Analisi e Previsioni  a brevissimo termine del  CNMCA, della Aeronautica Militare- e quelle rilevate in queste ultime ore, superano questa media solo di un paio di gradi. Dunque, nessun caldo eccezionale o comunque anomalo per il periodo estivo che stiamo vivendo ”.

Ieri, ad esempio, la temperatura media  registrata a Milano e Bergamo  non ha superato i 31 gradi; a Treviso ha toccato i 33, un po’ più alta, invece, è stata quella registrata a Perugia: 37 gradi.

“Non possiamo negare che l’Italia sia attraversata da un anticiclone di matrice africana che ovviamente ha fatto e farà ancora, per qualche ora, aumentare le temperature sul nostro territorio e in particolare alcune aree del Paese- prosegue l’ufficiale dell’Aeronautica Militare- quelle più interessate da questo fenomeno  saranno la Sardegna, la Sicilia  e la Puglia”

Secondo gli esperti, non sono gli italiani a dover temere l’ira dell’anticiclone Caronte ma i paesi dell’Europa orientale: Bulgaria, Ungheria Romania e Serbia. Già ieri, infatti, i Paesi  dell’Est hanno avuto modo di assaporare il caldo africano che Caronte  si starebbe “trainando”a spasso per l’Europa

"In Ungheria la media  è stata di 38 gradi , in Bulgaria di 37 dunque con picchi di calore che hanno superato  persino i 40 gradi" spiega il militare.

Ma nelle prossime ore anche l’Italia sarà destinata a registrare queste temperature? In Sicilia, effettivamente, il termometro potrebbe salire ancora un po' ma solo per pochissime ore, rassicurano gli esperti.

“A Catania la temperatura raggiungerà i 40 gradi e probabilmente, sarà la città in Italia  che avvertirà maggiormente questa ondata di calore  - continua il tenente colonnello Fucello - nella Capitale, invece per la giornata di domani, sono previsti 36 gradi. Ma non c’è niente da temere perché  già a partire da mercoledì sera le temperature inizieranno a diminuire su tutto il Paese”

Secondo le previsioni del CNMCA dell’Aeronautica,  è in arrivo una corrente dal Nord che  farà calare le temperature anche di 6 gradi. I maggiori benefici portati da questo nuovo flusso di aria leggermente più fresca  potranno essere avvertiti  a partire dai primi giorni della settimana prossima.

Prima Minosse, adesso Caronte e c’è già chi strilla che l’estate del 2012 sia destinata ad essere la più calda e afosa degli ultimi cinquanta anni.

“E’ sciocco rilasciare queste dichiarazioni- continua il tenente colonnello Alessandro Fucello- l’estate deve ancora arrivare. Ad oggi non è possibile stabilire se effettivamente  sarà la stagione estiva più calda degli ultimi decenni perché ancora dobbiamo analizzare la seconda metà di luglio, tutto il mese di agosto e anche parte di settembre”

Ma c’è un altro dato che sembra creare allarme tra la cittadinanza: l’umidità.

“In alcune città d’Italia l’umidità relativa registrata durante le ore del giorno è stata pari al 20/28 per cento , dunque molto bassa- continua Fuccello-  ciò sta a significare che la temperatura  percepita dai cittadini era praticamente  quella registrata dai termometri e non più elevata. Purtroppo in alcune città, ad esempio, Roma, in questi giorni l’umidità ha raggiunto anche il 50 % e questo ha procurato sicuramente qualche disagio in più”

Comunque, niente di paragonabile ai gironi danteschi, alle torture e alle temperature infernali descritte nella Divina Commedia.    

© Riproduzione Riservata

Commenti