Toaff sfida la Rai da La 7

L'ex vicedirettore di Rai1 si occuperà del programma di Rita Dalla Chiesa. E ha vinto sulla Rai "costretta" a riabilitarlo sul caso "Marini"

Il cavallo della sede Rai di Viale Mazzini (Credits: ansa)

E’ questione di giorni l’approdo  (con la firma del contratto) di Daniel Toaff tra le braccia di Urbano Cairo. In ballo tra Mediaset e La7 l’ex vicedirettore di Raiuno ha scelto la seconda: si occuperà del pomeriggio della rete e quindi del nuovo programma affidato a Rita Dalla Chiesa, in arrivo da Mediaset. Cairo vorrebbe farlo partire a fine ottobre e in questi giorni sta lavorando sul budget.

Di  fatto Toaff, ex responsabile del pomeriggio di Raiuno e quindi di «Domenica in» e de «La vita in diretta» è uscito ufficialmente dalla Rai quattro giorni fa, da prepensionato, con la firma dell’accordo di conciliazione con l’azienda. E con una piccola vittoria che lo riabilita  in merito alla vicenda  Valeria Marini. Nel maggio scorso sembrò infatti che il suo prepensionamento fosse accelerato da un certo disappunto dei vertici Rai per la sua decisione di mandare in onda a «Domenica in» un servizio sul matrimonio di Valeria Marini, giudicato troppo trash.

Ora però la Rai nel verbale di conciliazione si è impegnata a diffondere, entro tre settimane, un comunicato in cui chiarirà che «per le riprese del matrimonio della Marini non è stato pagato nulla» e  che «la scelta di mandare in onda il servizio era stata pienamente condivisa con il direttore e responsabile editoriale della rete Giancarlo Leone». Ma, soprattutto che «il comportamento di Toaff è stato pienamente legittimo».

Adesso si aspetta la sfida di Rita Dalla Chiesa contro  la nuova «Vita in diretta» di Paola Perego e Franco Di Mare (che per ora fa meno ascolti dell’era Toaff, circa il 5 per cento in meno di share). Mentre, su Canale 5, Barbara D’Urso se la ride.

© Riproduzione Riservata

Commenti