Social

Twitter introduce il tasto mute, ecco come silenziare gli utenti fastidiosi

Twitter ha introdotto una nuova funzionalità che consente di eliminare dalla propria Timeline gli utenti logorroici, senza bloccarli del tutto e senza che questi se ne accorgano. Un altro passo sulla scia di Facebook

Twitter noia

– Credits: The Shifted Librarian @ Flickr

Chi usa Twitter li conosce bene. I logorroici. Quelli che non riescono a stare più di dieci minuti senza twittare qualcosa, fosse anche solo un’inutile lamentela per la pioggia, e il lavoro, e la sveglia che non è suonata. Tu ti ci sei messo d’impegno, per potare la tua Timeline in modo da non perderti i tweet più interessanti, ma questi maniaci del testo breve stanno rovinando tutto.

Non vuoi bloccarli, perché sono tra quelli che postano i contenuti più interessanti, da oggi però, puoi “silenziarli”. Dopo averlo annunciato una settimana fa, Twitter ha finalmente introdotto la funzionalità mute che consente di mettere a tacere per un tempo indefinito un qualsiasi utente senza eliminarlo del tutto dalla tua twittersfera e, soprattutto, senza che il silenziato in questione se ne accorga.

Dopo che l’avrai silenziato, l’utente sarà ancora in grado di rispondere ai tuoi tweet, di retwittarli e di selezionarli come favoriti, semplicemente non vedrai la sua attività sulla tua timeline. Una volta che avrai deciso di ridargli il dono della parola twittata, potrai tranquillamente de-silenziarlo. Insomma, se il tasto follow è stato introdotto per consentirti di tenerti più stretto gli utenti che più ti interessano, il tasto mute ti consentirà di tenere a debita distanza i potenziali scocciatori. Salvaguardando l’etichetta

Per utilizzare mute è sufficiente andare sul profilo di un utente, cliccare sull’ingranaggio sulla destra e cercare la funzionalità “mute” vicino a “blocca” e “segnala”. Per ora il tool è attivo solo in alcuni paesi, e principalmente su Android, iOS e su alcune app legate a Twitter, ma a breve dovrebbe diventare disponibile per qualunque utente Twitter, perciò non stupitevi se ancora non lo trovate.

Dopo aver ridisegnato le pagine profilo per farle somigliare a quelle di Facebook e Google+ , Twitter oggi compie un altro passo verso l'omologazione con i due social network, introducendo un filtro che gli utenti di Facebook conoscono bene. Ma in questo caso, la mossa sarà probabilmente apprezzata da gran parte degli utenti.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Twitter cambia la timeline

Foto del profilo più grande, possibilità di fissare il tweet cui si tiene di più, maggiore evidenza per quelli che hanno generato più interazioni

Commenti