Facebook Stories
Social

Facebook Stories: come funzionano i contenuti che si auto-distruggono

Sul social network dell’amicizia ora è possibile pubblicare foto e video a tempo determinato. Ecco come fare

Aggiornato il 15/02/2017

Dopo Snapchat e Instagram anche Facebook si apre ai post "ad orologeria", capaci cioè di auto-distruggersi dopo qualche ora dalla loro pubblicazione. Grazie due nuove funzioni - Facebook Direct e Facebook Stories - il social network di Mark Zuckerberg consente ora di condividere foto e video che permangono online per non più di 24 ore dalla loro prima visualizzazione. Scaduto questo lasso di tempo, in pratica, il contenuto sparirà da Facebook e non potrà più essere rivisto.

Così Facebook sa cosa c’è nelle nostre foto


Due nuovi modi di condividere i contenuti

Ma come funzionano nello specifico le nuove funzioni Direct e Stories? Tutto passa dalla nuova interfaccia fotografica appena integrata nell'app mobile di Facebook. Da qui, spiegano i responsabili del servizio, si possono scattare foto e video e aggiungere effetti creativi (quali filitri, sticker, animazioni interattive) senza uscire da Facebook; una volta catturato il contenuto l'utente sarà libero di pubblicarlo secondo tre differenti modalità: in modo classico attraverso il News Feed, oppure temporaneamente attraverso le due nuove opzioni.

Direct è pensata per effettuare lo sharing individualmente o con specifici destinatari, un po' come accade sulle app di messaggistica istantanea (Messenger compreso), con l''unica grande differenza che in questo caso i contenuti si auto-distruggono dopo un giorno. Le foto o i video inviati ad un amico via Direct, chiarisce Facebook, possono essere visti fino a 2 volte nell'arco di 24 ore, terminati i quali spariranno senza lasciare tracce.

Leggermente diverso il discorso per Stories, una modalità che ricalca in tutto e per tutto l'omonima funzione apparsa qualche mese fa su Instagram: i contenuti in questo caso vengono visualizzati all'interno di un contenitore visibile a tutti gli amici (quello delle Storie, per l'appunto), sempre però nel limite delle 24 ore. Dopo due giri delle lancette, infatti, anche la storia verrà eliminata, a meno che l'utente non decida di ripubblicarla sulla propria bacheca o News Feed.

Questa modalità di condivisione, che si attiva cliccando l’icona La Tua Storia sulla sinistra nella barra Storie in cima al News Feed, permette in ogni caso il dialogo con altri utenti. Gli amici possono rispondere in ogni momento alla storia, inviando una risposta individuale in Direct, ma sempre nell'arco della giornata di vita del contenuto.

 

Per Facebook un modo per incrementare l'apporto di contenuti originali
La nuova in-app camera e le nuove funzioni Direct e Stories appariranno sull'app di Facebook nei prosimi giorni (il roll-out è iniziato proprio oggi, 15 febbraio).

Instagram Stories: come funzionano e qualche trucco per usarle meglio


Ad allettare i vertici di Menlo Park è soprattutto la possibilità di aumentare il numero di contenuti originali che circolano sulla piattaforma, ancora troppo basso rispetto alle ambizioni del portale (e dei suoi investitori). Secondo le stime, dall’introduzione delle Mie Storie lo scorso mese di agosto, Instagram avrebbe guadagnato circa 150 milioni di utenti attivi nel mondo.

Il modo in cui le persone condividono oggi è diverso a cinque o anche due anni fa - ha precisato lo staff di Facebook in un comunicato - oggi è molto più visual, con più foto e video. Vogliamo fare in modo che le persone condividano con più velocità e più creatività foto e video con chi vogliono, quando vogliono."

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti