Instagram generica
Social

Come usare Instagram in modalità offline

L’app per Android si aggiorna con la possibilità di visualizzare la bacheca e i commenti anche senza rete. Poi foto e video si pubblicheranno da soli

Capita a tutti, ovunque, di vivere momenti di disconnessione dalla rete. Le zone d’ombra rappresentano sempre meno un problema per i social network, che hanno imparato a offrire i loro contenuti anche in modalità offline. L’ultima è Instagram, compagnia di proprietà Facebook, che alla conferenza F8 2017 (dove ha esordito Facebook Spaces) ha presentato la novità disponibile per Android e in arrivo per iPhone e iPad.

Come funziona

Il concetto è lo stesso già espresso per il re delle piattaforme social: la maggior parte delle operazioni dell’app si può benissimo compiere senza avere connessione internet: i like, i commenti e le condivisioni dei post raggiungeranno il loro scopo a collegamento ripristinato, sia in automatico che manualmente dall’utente (ad esempio quando si mette il telefonino in modalità aereo).

Salvati dalla cache

Tutto ciò è reso possibile dalla memorizzazione, nella cache del sistema, degli ultimi caricamenti effettuati dalle persone seguite. Questo vuol dire che se in questo momento apriamo l’app, tra mezz’ora potremo rivedere ciò che è stato visto in precedenza anche in assenza di rete. A che serve direte voi? Beh, a guardarsi le foto e i video scrollati troppo in fretta quando c’era segnale, improvvisamente diventati molto importanti in attesa del ritorno delle tacche.

Cosa si può fare offline

Le funzioni disponibili senza internet non sono poche, anzi quasi tutte:

-       creazione di post comprensivi di foto e video

-       inserimento di commenti sui contenuti degli altri

-       selezione di like e preferiti

-       account da seguire

-       lettura delle ultime notifiche (anche quelle già spuntate)

Nel momento in cui si avrà di nuovo la connessione, l’app passerà tutte le informazioni ai server di Instagram (a proposito, qui vi diciamo come trasmettere in diretta), che a quel punto sincronizzeranno tutte le operazioni concluse in offline. C’è da dire che la novità riguarda solo il flusso principale del social network e non la sezione Storie, che per ovvie ragioni si basa su una pubblicazione scandita dal tempo e che scompare, se non visualizzata, dopo 24 ore.

Solo per Android

Dagli Stati Uniti, il team di Instagram ha spiegato che l’aggiornamento riguarda, almeno per adesso, solo i dispositivi Android (tra i più usati anche per guadagnare sul social), sia smartphone che tablet. Nei prossimi mesi però godranno del posting offline anche coloro che usano iPhone e iPad, in qualsiasi parte del mondo.

Il senso è proprio questo: incentivare la fruizione della piattaforma in quelle zone prive di segnale stabile, per l’assenza di infrastrutture di vasta portata. Basti pensare al sud del mondo o alle aree meno raggiunte dall’intervento umano. Con tale obiettivo era nato Facebook Lite e sulla medesima strada si inserisce la concorrenza di Twitter Lite.

© Riproduzione Riservata

Commenti