Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Smartphone & Tablet

Siri ha una sorella. Si chiama Desti, è un’app di viaggi

Desti è un personal assistant che unisce intelligenza artificiale, elaborazione del linguaggio naturale e ricerca semantica per aiutarti a pianificare qualsiasi viaggio nel dettaglio

Desti

– Credits: Desti

Parli di personal assistant e la gente dice “Siri”. Parli di riconoscimento vocale e la gente ripete “Siri”. Parli di intelligenza artificiale, e quelli ancora: “Siri”. Con tutti i suoi difetti ancora da perfezionare, negli ultimi anni Siri è diventata la vera star del mondo delle intelligenze artificiali tascabili. Quello che però non tutti sanno è che Siri appartiene a una grande famiglia chiamata SRI International , e ha una lunga schiera di fratelli e sorelle. Niente di cui possa andare gelosa, si tratta tutto sommato di servizi ancora allo stato embrionale, o comunque con un raggio d’azione molto più circoscritto. C’è Trap.it , il discovery engine che promette di servirti ancora caldi sul tavolo della colazione tutti i contenuti che ti possono interessare. C’è Nuance , una sorta di Siri insonne che ti ascolta anche a telefono spento. Infine c’è Desti , la sorellina più piccola, che giusto oggi soffia le candeline della sua prima versione beta.

Desti è un’app di viaggi, un personal assistant che promette di rispondere a qualunque tuo quesito riguardante una destinazione, un itinerario, un particolare locale o albergo. Grazie a un “cervello” addestrato al Natural Language Processing e alla ricerca semantica, Desti è in grado di setacciare ogni singolo granello della tua vita online per valutare quale possa essere il ristorante in cui potresti trovarti meglio (ci sono stati questi tuoi amici di Facebook con cui viaggi spesso), l’albergo adatto a te o alla tua famiglia (hai due bambini piccoli, in questo c’è una sezione apposita, e altre famiglie come la tua hanno espresso recensioni ottime) o la destinazione più adatta ai tuoi gusti (ti piace ammazzarti di trekking, lo so, beccati questa scampagnata del terrore). Oltre a questo, Desti promette di fare per te il lavoro sporco di andare a spulciare le varie piattaforme come TripAdvisor, Zagat, Travelocity, Twitter etc., per consegnarti tutte le informazioni che potrebbero aiutarti a decidere quali tappe scegliere per il tuo itinerario.

Naturalmente l’app consente anche di archiviare e collezionare i posti in cui sei stato, selezionare preferiti e aiutare il cervello di Desti a conoscerti meglio. La sua qualità principale però consiste nel saper funzionare da ottimo motore di ricerca specializzato in viaggi e, allo stesso tempo, in una sorta di guida turistica virtuale da consultare per ogni minimo capriccio. A questo proposito è interessante il parere del fondatore di Desti, Nadav Gur:

Siamo una compagnia specializzata in viaggi, ma con Desti stiamo mostrando quello che sarà il futuro della ricerca. La ricerca, in generale, si sta muovendo in questa direzione. La gente non vuole più vedere stendersi una lista di ad e link per poi dover ricominciare a cercare; la gente vuole porre domande e ottenere risposte.

Per ora, Desti è disponibile come app gratuita per iPad e solamente nella California settentrionale. Ben presto però potrà essere scaricata da altri punti del globo, e anche su iPhone.

Seguimi su Twitter: @FazDeotto

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>