iPhone 7 Plus ambientata - 5
Smartphone & Tablet

iPhone 8 avrà una fotocamera 3D e la ricarica wireless

Quelle diffuse da Wistron e Largan sono più che indiscrezioni: i due fornitori ufficiali di Apple prevedono un grande prodotto

L’iPhone 8 avrà due caratteristiche rivoluzionarie per la Mela, mai viste sugli smartphone prodotti sinora: una fotocamera 3D e la ricarica wireless.

Se la seconda tecnologia è comune sui dispositivi della concorrenza (in pratica tutti gli Android e Windows Phone compatibili con lo standard Qi), il sensore 3D avvicina Apple ad aziende come Amazon e Lenovo, che con alterne fortune avevano tentato la via della ricostruzione tridimensionale degli ambienti.

La notizia non è per nulla ufficiale ma gode di un alto grado di credibilità perché arriva da due fornitori storici del comparto mobile di Apple: Wistron e Largan. Gli amministratori delegati di entrambe hanno rilasciato dichiarazioni in due momenti diversi al portale asiatico Nikkei, peraltro ben attento nell'evitare bufale senza una minima base di veridicità.

La ricarica wireless

Partiamo allora da Wistron: “Il processo di assemblaggio rispetto alle generazioni precedenti di iPhone non è cambiato molto sebbene siano state introdotte nuove funzionalità, come la carica wireless e l’impermeabilità. Queste richiedono test maggiori ma nulla di così problematico”. Queste sono le parole che il CEO Hwang ha detto non seduto a un bar o a cena con gli amici ma durante l’incontro annuale con gli investitori.

Sarà solo per iPhone 8

Da tempo si parla di un arrivo a settembre, con date oramai certe, di iPhone appartenenti a generazioni differenti, 7S e 8. A rendere la questione ancora più concreta è lo stesso Hwang, che ha spiegato come la ricarica wireless riguarderà solo il modello da 5,5 pollici. Ipotizzando un iPhone 7S (4, pollici) e un iPhone 7S Plus (5,5 pollici) identici sotto tutti i punti di vista, tranne che per le dimensioni del display (qui un confronto), risulta facile considerare come la nuova era verrà aperta dall’iPhone 8, o iPhone Edition, svelato assieme agli altri durante l’evento autunnale.

Apple, l'iPhone 8 si piegherà a metà


Fotocamera 3D

Largan Precision è invece il fornitore privilegiato di Apple per quanto riguarda i moduli fotografici. Nel corso di un meeting generale, la compagnia cinese ha svelato di aver completato la produzione di particolari lenti 3D per il reparto mobile. “Siamo pronti a spedire i sensori da montare sugli smartphone. Tutto si risolverà entro la seconda parte dell’anno” – ha detto Adam Lin, AD di Largan. Lin non ha mai nominato Apple nel suo discorso, ripreso da Nikkei, ma un analista vicino al gruppo è certo che Cupertino sarà la sola a montare lenti del genere sui cellulari, almeno quest’anno. E visto che quella guidata da Tim Cook è l’unica azienda in grado di permettersi un ordine del genere, restano ben pochi dubbi a riguardo.

A cosa servirà il 3D

Del resto le intenzioni di Apple circa il mondo delle app tridimensionali è risultato ben chiaro durante il recente WWDC 2017. Con iOS 11 gli utenti potranno sfruttare la realtà aumentata per giocare e arredare casa semplicemente puntando gli iPhone e gli iPad attuali sull’ambiente circostante. Le potenzialità di ARkit, la piattaforma di sviluppo che è alla base dell’augmented reality, sono ampie e qualitativamente superiori, se solo si pensa che quelli usati durante le dimostrazioni sono dispositivi in vendita da quasi un anno, dunque con reparti hardware già superati dalla concorrenza.

Guardare questo video per credere:

Amazon e Lenovo hanno aperto la strada

Mettere un sensore 3D dentro la fotocamera posteriore dell’iPhone 8 (anche qui, si pensa che sarà l’unico a supportarla) vorrà dire spingere ancora oltre le esperienze immersive con videogiochi e applicazioni di utilità, cercando di migliorare l’idea di Amazon con il Fire Phone e di Lenovo con il Phab 2 Pro, un vero e proprio fallimento nel primo caso, un prodotto che il pubblico fatica ancora a capire nel secondo.

© Riproduzione Riservata

Commenti