Reflex

Leica T: una mirrorless che sembra costruita da Apple

Raffinata, touch, costosa: la nuova fotocamera della casa tedesca ha più di un punto in comune con i gadget della Mela. Piacerà anche ai puristi del marchio?

Leica T

Per il suo centesimo anniversario Leica si è fatta un regalo: una mirrorless tutta nuova che guarda al futuro pur senza rinnegare le tradizioni di casa. È la nuova Leica T, una compatta a ottiche intercambili che potrebbe essere una fonte di ispirazione per Apple, casomai la società di Cupertino decidesse di buttarsi un giorno nel settore delle macchine fotografiche. Come l’iPhone e tutti i vari gadget della Mela, infatti, anche la Leica T è realizzata in alluminio, ha un design che punta su linee semplici ed essenziali e dispone di un sistema di controllo basato su un’interfaccia touch. Inoltre si connette a Internet, via Wi-Fi, cosa che per una Leica è una prima assoluta.

Anche il prezzo sembra essere in linea con gli standard di Cupertino: la nuova Leica T arriva sul mercato con un cartellino di 1.545 euro per il solo corpo macchina, ma bisogna spendere almeno il doppio se si vuole abbinare alla macchina una delle due nuove ottiche sviluppate ad hoc per il sistema T: Leica Vario-Elmar T 18-56 mm f/3.5-5.6 ASPH (1.490 Euro) e Leica Summicron-T 23 mm f/2 ASPH (1.650 euro).

NATA DA UN BLOCCO IN ALLUMINIO
Pur senza tradire il look di famiglia, la nuova Leica T si presenta con un aspetto decisamente moderno e hi-tech. Per l’occasione i tecnici della casa tedesca si sono avvalsi della collaborazione del centro stile Audi disegnando un corpo macchina dalle linee pulite ed essenziali sviluppato sulla base di un singolo blocco di alluminio. 

Il paradigma della semplicità è stato seguito anche per quanto riguarda la parte di controllo: ci sono cinque comandi fisici - un tasto di accensione, uno per l’otturatore, uno per le funzioni video, e due ghiere - tutto il resto è affidato a un display touch screen da 3,7 pollici.

Leica-T-3_emb8.jpg

C’È ANCHE IL WI-FI
Cuore della nuova Leica T è un sensore da 16 megapixel Aps-C Cmos capace di lavorare in un range di compreso fra 100 e 12500 ISO di sensibilità. Le specifiche tecniche rivelano una buona attitudine allo scatto a raffica (fino a un massimo di 5 fotogrammi al secondo in continuo) e alle registrazioni video (in Full HD 30 fps e con audio stereo).

La Leica T è anche la prima fotocamera a sistema Leica dotata di un modulo Wi-Fi integrato utilizzabile sia per trasmettere foto e video in wireless a uno smartphone, tablet o computer, sia per remotare su un dispositivo mobile le funzioni di un mirino elettronico (opzione, quest'ultima, piuttosto utile quando si effettua un autoscatto o una ripresa da angolazione particolare).

Leica-T-2_emb8.jpg

UN ADATTATORE PER LE OTTICHE M
La presenza di un attacco tutto nuovo limita al momento la disponibilità di ottiche dedicate. Oltre ai già citati 18-56 mm e da 23mm sono attesi nei prossimi mesi altri due obiettivi (Leica 11-23 mm f/3.5-4.5 e Leica 55-135 mm f/3.5-4.5). La presenza di una adattatore (acquistabile separatamente al costo di circa 300 euro) garantisce comunque la compatibilità con tutte le ottiche a sistema M.

Nella lista degli accessori spicca anche il mirino elettronico Visoflex (465 euro), un elemento che oltre a un visore ad alta definizione integra al suo interno anche un sistema GPS.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Leica M for (Red): disegnata dall'uomo dell'iPhone

Jony Ive (designer del telefono per Steve Jobs) e Marc Newson hanno progettato questa bellissima fotocamera ragefinder. Tiratura limitata e vendita all'asta per raccogliere i fondi contro Aids, tubercolosi e malaria

Commenti