Mytech

Non solo Google: anche Apple e Olympus vogliono gli occhiali “smart”

Anche la Mela e la società giapponese pensano a un futuro dominato dalla realtà aumentata

realtà aumentata

– Credits: Raygun Studio

Project Glass , il progetto rivelato da Google che ci porterà (in un futuro nemmeno troppo lontano) a indossare occhiali “magici” capaci di proiettarci in una realtà aumentata, piace a tutti. Anche alla concorrenza.

I primi a sintonizzarsi sulla stessa lunghezza d’onda di Mountain View sono quelli di Apple e di Olympus, che, secondo quanto rivelato la scorsa settimana dal blog del New York Times , sarebbero già al lavoro per portare al debutto la loro personalissima interpretazione degli occhiali smart.

Apple avrebbe già a depositato presso gli Enti preposti una serie di brevetti aventi come oggetto l’integrazione di display all’interno di occhiali e in particolare la visione periferica per i cosiddetti Head-Mounted Display (letteralmente "schermi montati sulla testa").

bits-olympusad-tmagArticle.jpg

Olympus starebbe invece lavorando su un progetto denominato MEG 4.0 ultracompact wearable display prototype finalizzato alla realizzazione di un paio di occhiali tecnologici estremamente leggeri (si parla di circa 30 grammi peso) e dunque indossabili senza problemi per l’intero arco della giornata. Fra le caratteristiche del concept il basso consumo energetico (le lenti utilizzerebbero un sistema di illuminazione ottimizzarto), la possibilità di collegarsi agli smartphone e agli altri dispositivi portatili attraverso il Bluetooth e la presenza a bordo di alcuni sensori (fra cui anche un accelerometro) per migliorare l’interazione con il Gps.

Il tutto mentre nel frattempo c’è già chi sta già pensando a un’evoluzione del sistema ancora più futuristica: le smart lenses , praticamente un paio di lenti a contatto per la realtà aumentata.

Seguimi su Twitter: @TritaTech

© Riproduzione Riservata

Commenti