Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Mytech

Nokia, la grande scommessa su Windows 8

L'idea di un unico sistema operativo su computer, tablet e smartphone è la carta in più che l'azienda prova a giocare per riconquistare il mercato

Stephen Elop

Etephen Elop, anninistratore delegato di Nokia alla presentazione dei nuovi cellulari. – Credits: Diane Bondareff/Invision for Nokia/AP Images

Nella partita per la conquista del mercato degli smartphone ci vuole stare anche Nokia. Il colosso  dei telefoni cellulari, dato prematuramente per spacciato solo qualche tempo fa, dimostra invece di avere ancora qualche chance di sopravvivere nonostante i numeri decisamente più lusinghieri dei rivali Apple e Android.

La rincorsa è tutta decisamente in salita ma una mano potrebbe arrivare dall'imminente lancio di Windows 8 e dalla sua versione mobile che rappresenta un potenziale ecosistema in grado di attrarre l'interesse dei consumatori e degli sviluppatori. La possibilità di utilizzare lo stesso sistema operativo su computer, tablet e smartphone è indubbiamente un vantaggio esclusivo rispetto ai concorrenti, ma le armi della seduzione non possono essere solo quelle della pura tecnologia. Tuttavia per approfittare di questa leva, la multinazionale finlandese ha presentato i nuovi terminali Lumia 920 e 820, annunciati in grande stile a New York.

L'obiettivo è chiaramente quello di convincere gli utenti e gli addetti ai lavori, mostrando una serie di innovazioni tecnologiche uniche sul mercato come la ricarica wireless e la qualità fotografica. Il modello top di gamma, Lumia 920, integra infatti un sistema che consente di ricaricare la batteria semplicemente appoggiando il telefono su un apposito accessorio come il cuscino di Fatboy o gli speaker di JBL, senza bisogno di cavi e di custodie aggiuntive. Mentre con la tecnologia proprietaria PureView, il telefonino diventa definitivamente il padrone delle immagini digitali, offrendo una qualità pari se non addirittura superiore a molte fotocamere tascabili.

A questo si aggiunge anche un set completo di applicazioni che semplificano la vita durante gli spostamenti in auto, con i mezzi pubblici, a piedi. Superando i limiti degli attuali Gps, i nuovi Lumia consentono di avere in palmo di mano mappe e informazioni aggiuntive in tempo reale, sfruttando tra l'altro la realtà aumentata. Puntando la fotocamera dello smartphone in strada, si possono infatti ricevere precise informazioni geo-referenziate come i coupon sconto dei negozi che si trovano in zona.

E poi c'è Windows Phone 8, mostrato in anteprima durante la presentazione a Manhattan, che offre un livello davvero elevato di personalizzazione dello smartphone, rendendo di fatto unico il telefonino in mano a ciascun utente. Bisognerà vedere se tutti questi elementi saranno sufficienti per recuperare il terreno perduto. I mercati all'annuncio dei nuovi modelli non hanno reagito con entusiasmo e anche la stampa americana con il Wall Street Journal in testa ha avanzato qualche perplessità.

Ma gli analisti questa volta ci credono. IDC, stima addirittura che i terminali Windows Phone possano raggiungere entro il 2016 il 19,2% del mercato. A crederci sono anche gli sviluppatori di app, visto che dal lancio della piattaforma a oggi, le applicazioni sono passate da 7000 a oltre 100.000. “Vogliamo offrire ai consumatori la migliore esperienza d'uso e la massima personalizzazione possibile con uno smartphone”, ha dichiarato durante la presentazione Stephen Elop, ceo di Nokia.

E a complimentarsi per i risultati ottenuti fin'ora è arrivato a New York anche Steve Ballmer, amministratore delegato di Microsoft che ha detto “è incredibile quanto abbiamo fatto negli ultimi 18 mesi”. Di questo va dato atto, ma già settimana prossima, con l'annuncio dell'iPhone 5 gli equilibri potrebbero cambiare radicalmente.

La parola spetta ora al mercato, che, al di la di strategie e previsioni, rimane l'unico giudice inappellabile.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>