Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Mytech

Le novità di OS X Mountain Lion

Nel futuro dei computer di Apple maggiore sicurezza, integrazione con iCloud, supporto al Game Center e versioni Mac di Centro Notifiche, Messages, Promemoria e Note

Credits: courtesy of Apple.

Arriverà a luglio, ancora una volta solo come download dal Mac App Store, la nona release del sistema operativo dei Macintosh. OS X 10.8 , nome in codice Mountain Lion, è stato ormai definito in tutte le sue caratteristiche ed è ormai pronto all'esordio.

Secondo Apple il nuovo OS X (che perde il prefisso "Mac") porta in dote "oltre 200 funzioni innovative" e "oltre 1700 nuove API" per gli gli sviluppatori ma durante la presentazione alla manifestazione per sviluppatori WWDC e sul sito web l'azienda di Cupertino ha puntato i riflettori solo su alcune caratteristiche chiave, molte delle quali attingono a concetti e funzioni introdotti originariamente in iOS. Vediamoli più in dettaglio.

Sempre più nella nuvola

Mountain Lion fa un utilizzo ancora più spinto di iCloud, il servizio di cloud computing di Apple, tramite cui facilita la configurazione della posta e i dati in Contatti e Calendario (i nuovi nomi di Rubrica Indirizzi e iCal), anche quelli nuove app Promemoria e Note, archiviando e sincronizzando le informazioni per l'utilizzo su più Mac o dispositivi iOS. Ma iCloud è utilizzato anche come filesystem online, tramite la funzione Documenti nella nuvola già supportato da alcuni software come la suite iWork di Apple, anche in questo caso con vantaggi quali l'accesso e la modifica centralizzata dei dati da più postazioni.

iCloud-su-ipad-Mac-e-iPhone_emb8.jpg

Da iOS al Mac: Centro notifiche, Messages, Gatekeeper ed altro ancora

Una nuova app, chiamata Messages, sostituisce iChat e porta su Mac iMessage, legato agli Apple ID. Il risultato è che oltre al supporto dei network di Instant Messaging come AIM, Yahoo!, Google Talk e Jabber si potranno inviare simil-SMS da e verso qualsiasi iPhone, iPad, iPod touch o Mac, anche di gruppo, con notifiche di consegna e lettura e con allegati, come foto in alta risoluzione e video HD. I messaggi appariranno su tutti i dispositivi, in modo da non perdere mai il filo della conversazione.

Da iOS sono mutuate anche altre novità. Una è il Notification Center, o Centro Notifiche, che raccoglie tutti gli avvisi di OS X e app di terze parti ed è personalizzabile nel tipo e nel numero di notifiche che appaiono, a seconda delle esigenze e del momento. Un'altra è la funzione Sharing, un pulsante integrato a livello di sistema per condividere link, foto, video e file velocemente su Facebook e Twitter (il cui supporto è integrato nell'OS), Flickr e Vimeo senza dover passare ad un’altra app. I Macintosh supporteranno l'AirPlay Mirroring, per trasmettere video e audio su un televisore HD tramite Apple TV, o per inviare musica a un ricevitore o ad altoparlanti con AirPlay e ci sarà un Game Center, per pubblicare e condividere punteggi e traguardi e per trovare altri giocatori con cui confrontarsi anche su Mac.

Con il passaggio a Mountain Lion Apple ha deciso inoltre di spingere sull'accoppiata sicurezza/distribuzione di software. Incluso nel sistema operativo c'è Gatekeeper, un (discusso) sistema che "mette il computer al riparo da potenziali minacce quando si scarica software da internet dando all’utente il pieno controllo su quali app possono essere installate sul proprio Mac" . Gli utenti potranno scegliere tra tre impostazioni: permettere l'installazione di app da qualsiasi fonte, come ora, accettare software solo se "firmato" e garantito dagli sviluppatori tramite un Developer ID univoco rilasciato da Apple, oppure di consentire l'aggiunta solo di "app" provenienti dal Mac App Store "per la massima sicurezza".

Le altre novità

Mountain Lion includerà una funzione di dettatura (ma non si sa se anche in Italiano) per inserire il testo parlando in qualsiasi app e sui Mac con unità SSD ci sarà Power Nap, una funzione che mantiene aggiornato anche quando è in stop, dalla posta elettronica allo streaming foto ma anche gli update del software e il backup del computer con Time Machine.

Ci sarà poi anche una nuova versione del browser Safari reso più veloce nell'elaborazione e con due caratteristiche riprese dai concorrenti Chrome e Firefox. La barra dell'url ora fa anche da campo di ricerca, mentre "tab iCloud" è un popup in cui appaiono i tab con le pagine aperte (e sincronizzate) su tutti i dispositivi dell’utente.

Il prossimo OS X includerà anche parecchie nuove funzioni pensate per l'utenza della Cina, come un’immissione del testo notevolmente migliorata, un nuovo dizionario cinese, setup dei più comuni provider di posta asiatici e supporto per la ricerca con Baidu in Safari e la condivisione su Sina Weibo e i sui siti di video Youku e Tudou.

Prezzi e Disponibilità

Mountain Lion sarà disponibile a luglio dal Mac App Store: negli Stati Uniti costerà 19.99 dollari mentre il prezzo in Italia non è stato ancora reso noto. Per l'installazione è necessario un Macintosh supportato , la presenza di Lion o Snow Leopard (10.6.8 o successivo), 2 GB di memoria e 8 GB di spazio disponibile su disco. Chi ha acquistato un Macintosh nuovo l’11 giugno 2012 o in data successiva può usufruire dell’aggiornamento OS X Mountain Lion Up-to-Date gratuito.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>