Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Mytech

iPhone e iPad: tre novità per le future fotocamere di Apple

Apple deposita sette nuovi brevetti dedicati all'innovazione delle fotocamere dei suoi dispositivi mobile. In futuro, potrebbe essere il tuo iPhone, a scegliere quando scattare le foto

iphone 5 camera

– Credits: Apple

Considerando la polemica appena scoppiata riguardo alle foto scattate con il nuovo iPhone 5, probabilmente i tempi sono già maturi per parlare del futuro delle fotocamere per iPhone. Almeno a giudicare dai 7 brevetti che Apple ha depositato in questi giorni e che illustrano una serie di innovazioni che promettono di migliorare sensibilmente l’uso delle fotocamere in ambiente iOS.

Il primo brevetto descrive un nuovo sistema per gestire gli input utente quando questi decide di distorcere l’immagine catturata o di applicare ad essa dei filtri. Il nuovo sistema consente all’utente (o allo sviluppatore di applicazioni dedicate) di applicare filtri localizzati in punti specifici dell’immagine e di settare automaticamente, nel contempo, i parametri di esposizione, fuoco e bilanciamento del bianco. Nell’immagine allegata al brevetto viene illustrata una possibile modalità di utilizzo, in cui l’utente seleziona un punto esatto e circoscritto in cui applicare il filtro.

Apple-brevetto-fotocamera-1_emb8.jpg

Il secondo brevetto illustra un nuovo sistema per aiutare l’utente a catturare immagini ben bilanciate. Sostanzialmente, si tratta di un sistema di visualizzazione delle anteprime, che funziona grosso modo così: l’utente inquadra un paesaggio o un soggetto, la fotocamera cattura automaticamente un’immagine che considera ben composta e bilanciata e la “stabilizza” sul display, l’utente in questo modo ha tutto il tempo di valutare se l’immagine “scelta” dalla fotocamera sia di suo gradimento. In caso contrario, può muovere leggermente il dispositivo facendo scomparire l’anteprima, e aspettare che il software individui un’altra immagine “accettabile”. La cosa da notare, qui, è che questo sistema imbocca letteralmente l’utente decidendo per lui quando sia il momento di scattare. Se pensavate che Instagram fosse roba da bambini, qui siamo al livello poppanti. Ciò non toglie che a diversi utenti l’idea potrebbe anche piacere.

apple-brevetto-fotocamera-2_emb8.jpg

I restanti cinque brevetti sono tutti dedicati all’annoso problema degli occhi rossi. Nonostante la miriade di tool ideati per rimuovere lo spiacevole effetto che, in alcune foto, porta alcune persone a ritrovarsi con le pupille rosse di un cerbero infernale, il problema non è ancora stato del tutto risolto. La teoria corrente è che questo effetto sia imputabile alla luce del flash riflessa dai vasi sanguigni che irrorano la retina. Nei cinque nuovi brevetti, Apple illustra un nuovo sistema per consentire l’identificazione e la rimozione automatica degli occhi rossi sfruttando tre diversi “canali di riconoscimento” e un sistema di sostituzione cromatica che consenta la totale scomparsa di questo effetto.

apple-brevetto-fotocamera-occhi-rossi_emb8.jpg

È ancora presto per dire se le nuove tecnologie depositate saranno introdotte nel prossimo (mini?) iPad o nel prossimo iPhone. Il dato interessante da notare, come già appariva anche dalle ultime presentazioni, è come Apple stia puntando sempre di più sulla componente fotografica dei propri dispositivi e, in generale, su innovativi sistemi di gestione delle immagini.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Iphone 5: ma Apple già pensa al suo futuro

Lo smartphone del futuro? Forse è già targato Apple. Un rapporto Thomson Reuters fa una riflessione sui numerosi brevetti in mano alla Mela e su come potrebbero essere gli smartphone del futuro: ecco perché la "guerra dei brevetti" è così importante

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>