Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Internet

Agcom rilancia MisuraInternet, scopri se la tua connessione è veloce come dovrebbe

Se pensi che la tua connessione sia più lenta di quanto indicato dal tuo contratto, forse dovresti cominciare a fare dei controlli. Ecco come

MisuraInternet 1

– Credits: Agcom

A molti di voi sarà capitato: state navigando in Rete, aprendo un video, scaricando una canzone, e la vostra connessione nuova di zecca vi sembra inspiegabilmente lenta. Una parte di voi si arrabbia, ci ragiona su, attacca sulle pareti del cranio dei promemoria per ricordarsi di fare un controllo e chiedere spiegazioni all’operatore telefonico con cui hai i contratti. Ma poi, il più delle volte, la parte più pigra di voi prevale, nel giro di pochi giorni quei post-it si scollano e voi continuate a sacramentare davanti a una connessione che va a singhiozzo.

Peccato, perché gli strumenti per controllare (e farsi valere) esistono. In queste ore, ad esempio, è stato lanciato un nuovo software, promosso da Agcom, che consente all’utente di valutare in tempo reale la qualità della propria connessione. Il software MisuraInternet Speed Test è disponibile per tutti i sistemi operativi, è scaricabile registrandosi al sito misurainternet.it , ed è stato sviluppato per consentire misure istantanee calibrate sullo specifico operatore.

I risultati di MisuraInternet sono disponibili già dopo pochi minuti. Se l’utente riscontra prestazioni nettamente inferiori a quanto espresso dall’operatore nel contratto siglato, ha la possibilità di compiere un test esteso per valutare la qualità complessiva della linea, sfruttando il software Ne.Me.Sys , già disponibile dal 2010 e recentemente ottimizzato. Ne.Me.Sys può essere installato sul computer e effettua diversi test in un tempo totale di 24 ore, da distribuire in un arco temporale massimo di 3 giorni. Nel caso questo controllo confermi quanto riscontrato con MisuraInternet l’utente può chiedere una certificazione ufficiale dei risultati che può essere impugnata per chiedere la rescissione del contratto senza penali o il ripristino delle condizioni garantite dal contratto.

Il problema è molto più diffuso di quanto ci si potrebbe aspettare. Un recente studio condotto da SOS tariffe , tramite 200.000 rilevazioni in più di 6.000 comuni, ha rivelato che gli utenti di linee a 7 Mbps in media fruiscono di una velocità di connessione pari a 3,5 Mbps, chi invece ha una connessione a 20 Mbps, a volte si ritrova con prestazioni inferiori agli 8 Mbps. I valori variano da regione a regione, ma il problema è senz’altro di portata nazionale. Esistono diversi strumenti per calcolare la velocità della propria connessione, e lo stesso SOStariffe ne ha messo uno a disposizione.

Il nuovo software introdotto da Agcom si inserisce in questo solco ma non è detto che questo strumento si rivelerà determinante nel risolvere la situazione. Basti pensare che Ne.Me.Sys è attivo dal 2010 e, sebbene nello scorso anno siano stati condotti 6500 test completi, solo 300 utenti hanno presentato reclamo ufficiale (ottenendo, va detto, una migliorazione del servizio). Il problema è probabilmente dovuto alla diffidenza dell’utenza nei confronti dei reclami, o forse, come suggerivamo all’inizio, a semplice pigrizia.

Cambieranno le cose con MisuraInternet? Vedremo. A proposito: tu hai già testato la qualità della tua connessione?  

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>