Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Mytech

Ifa, i televisori diventano super. Ecco le novità

Schermi sempre più grandi, sottili e definiti. Alla fiera di Berlino si assaggia il futuro dell’hi-tech in salotto

Il televisore 4K di Sony da 84 pollici

da Berlino

Sì, succede anche di stropicciarsi gli occhi davanti a un televisore per quanto nitide e definite sono le sue immagini. E di constatare quanto, su uno schermo da 84 pollici, ogni infimo dettaglio possa fare un figurone. O di chiedersi qual è il confine, se c’è, tra un cellulare e una fotocamera e di non capire chi ha fagocitato chi. Di imbattersi in navigatori così intelligenti che, quasi, sanno già dove vogliamo andare. Succede girovagando tra gli affollati stand dell’Ifa, la più importante fiera europea della tecnologia che si è aperta ufficialmente oggi a Berlino, andrà avanti fino al 5 settembre e, come di consueto, permette di intuire quali strade sta prendendo l’hi-tech che verrà.

In particolare, per quello che riguarda i televisori, le tendenze sono essenzialmente due e si riducono a una questione di taglie. Da una parte c’è quella slim che caratterizza la tecnologia Oled, che fa a meno della retroilluminazione e dunque pensiona buona parte dello spessore dei già magri protagonisti da salotto. Ecco dunque macchine sottilissime, con delle immagini che davvero lasciano senza parole. Certo, i prezzi di listino non sono proprio alla portata di tutti. Il modello di LG, per esempio, costerà 9 mila euro. «Ma siamo certi che c’è una fetta di consumatori che sarà disposta a spendere queste cifre per assicurarsi un prodotto di tale qualità» assicura a Panorama.it Claudio Castellano, home entertainment marketing manager dell’azienda coreana, che oltre all’hardware pone l’accento sui contenuti veicolabili da questi nuovi televisori: «Non sono più strumenti passivi, con loro si può interagire e in loro convergono diverse offerte e tecnologie. 3D incluso, che ha ancora del potenziale da esprimere e anzi può avere una spinta proprio dal fatto che sulle smart tv i contenuti arrivano da più parti».

Ifa-Lg-Oled-Tv_emb4.png

Altra taglia protagonista è quella large: Sony, come pure ha fatto la stessa LG, ha mostrato all’Ifa un televisore Bravia da 84 pollici. Un mastodonte che scatena uno spontaneo effetto wow, sebbene richieda un notevole spazio casalingo per poter essere ospitato (o magari può sostituire una parete…), ma che grazie a una risoluzione da 3840x2160, più semplicemente 4K, riesce a mostrare delle immagini di qualità davvero straordinaria. E se la taglia large è ancora poco, ecco la extra large targata Panasonic con il suo 103 pollici, 3D e, tanto per non farsi mancare nulla, in grado di mostrare le immagini tridimensionali anche senza occhialini. Ci sarebbe in verità anche un plasma da 145 pollici e risoluzione 8K, ma per fortuna (e senso del limite) la clientela di riferimento è soprattutto professionale.

Chi ci ha proprio convinto è Samsung, che risponde alle bordate tribunalesche di Apple con i fatti, con una line up davvero notevole: in campo tv c’è anche qui l’Oled da 55 pollici, c'è una smart tv da 75 pollici, ma ci sono anche funzioni interessanti come la Multi View: due persone possono visualizzare sullo stesso schermo programmi differenti, contemporaneamente, usando degli occhiali speciali con delle cuffie integrate. Ciò grazie all’estrema velocità e duttilità dell'Oled che permette di veicolare due programmi in contemporanea e fare in modo che ciascuno si goda solo il suo, senza interferenze. Per capirci, in una coppia lui può guardare la partita mentre lei segue un film, tenendosi per mano sullo stesso divano e rivolti verso lo stesso schermo. Forse per dialogare dovranno urlare un po’, ma almeno qualche logoro litigio per il possesso del telecomando sarà un lontano ricordo.

Da segnalare infine una notizia che riguarda un orgoglio tutto italiano: i prodotti della SIM2 Multimedia, azienda friulana specializzata in proiettori di alta gamma per l’home cinema apprezzati anche da icone del cinema come il regista Francis Ford Coppola e David Lynch, saranno consigliati e venduti in 900 punti vendita nel mondo della Bang & Olufsen, noto luxury brand di audio e video che ancora non aveva proiettori nella sua offerta. Con questo accordo, SIM2 vedrà aumentare la sua rete distributiva mondiale del 40 per cento. «È un grande piacere poter collaborare con una realtà prestigiosa e stimata come Bang&Olufsen» ha detto Maurizio Cini, presidente e amministratore delegato di SIM2 Multimedia nel corso della conferenza stampa di annuncio di questo pomeriggio qui a Berlino. «Le soluzioni per la proiezione high-end firmate SIM2» ha aggiunto «sono apprezzate da tutto il mercato e certamente in linea con il posizionamento di Bang&Olufsen e della sua rete vendita. Siamo certi che il nostro accordo, una collaborazione all’insegna dell’eccellenza, contribuirà a rilanciare il valore della tecnologia italiana in tutto il mondo e a produrre risultati positivi».

Twitter: @marmorello

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Samsung Galaxy Note 2, l’importante è esagerare

Più grande (5,5 pollici), più veloce (arriva un processore quad-core), più longevo (grazie a una batteria maggiorata del 25%) e con un sistema operativo tutto nuovo (Android 4.1). Ecco come si presenta il nuovo modello over-size della casa coreana. Confermata la presenza del pennino capacitivo

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>