Mytech

Google Earth, ecco come è cambiato il Pianeta Terra negli ultimi 40 anni

Da 40 anni un satellite della NASA scatta foto al nostro pianeta, Google ha utilizzato quelle immagini per illustrare alcune delle più grandi (e drammatiche) trasformazioni subite dal nostro pianeta

– Credits: Google

Da qualche tempo vanno piuttosto di moda, su YouTube, i video time-lapse in cui un utente mette in sequenza le foto che si è scattato allo specchio ogni mattina negli ultimi 3 anni, cercando di ottenere una sorta di ricostruzione dell’evoluzione dei suoi connotati facciali (e delle sue acconciature) condensata in un minuto scarso. Ecco, Google ha voluto fare lo stesso con il pianeta Terra.

Poiché è piuttosto difficile reperire scatti mattutini della crosta terrestre, Google ha attinto alla mastodontica quantità di immagini catturate dai satelliti del Programma Landsat , che dal 1972 orbitano intorno al nostro pianeta raccogliendo dati e immortalando ogni singolo metro quadrato del globo terracqueo. Il risultato sono diversi petabyte di immagini ad alta risoluzione che oggi sono consultabili da chiunque, utilizzando Google Earth Engine .

Per celebrare i 40 anni di progetto, Google, l'agenzia U.S. Geological Survey e la Canergie Mellon University hanno utilizzato le immagini a disposizione per creare una serie di video time-lapse che illustrano alcune tra le maggiori trasformazioni subite dal profilo terrestre negli ultimi 12 anni. In un video viene mostrata la vertiginosa espansione edilizia di Las Vegas, che in dieci anni si è spostata nel deserto come un organismo informe composto da grattacieli; in un altro si osserva il progressivo prosciugamento del Lago d’Aral; in un altro ancora la scomparsa delle superfici innevate del nord America tra il febbraio e l’agosto del 2002. Il video più drammatico però è sicuramente quello che testimonia l’implacabile devastazione della Foresta Amazzonica, che viene cancellata un segmento alla volta dal disboscamento effettuato dall’uomo.

Crediamo si tratti dei fotogrammi video più grandi mai creati” si legge sul blog di Google “Se si potesse vedere l’intero video a piena risoluzione, un singolo frame si estenderebbe per 1,78 megapixel, ovvero l’equivalente di 18 campi da footbal tappezzati di schermi di computer.

Questo enorme archivio di immagini tuttavia non serve solo a riprodurre video time-lapse, è di enorme aiuto anche per scienziati e ricercatori, che dal 2008 possono accedere liberamente, e gratuitamente, al serbatoio di informazioni raccolte negli ultimi 40 anni dai satelliti del progetto Landsat.

© Riproduzione Riservata

Commenti