Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Mytech

Apple: ecco cosa ci sarà in iOS 6

Mappe non più di Google, integrazione con Facebook, un sistema per gestire biglietti e pass e Siri su tutti i dispositivi recenti

Credits: courtesy of Apple.

Il prossimo sistema operativo di iPhone, iPod touch e iPad arriverà in autunno e conterrà oltre 200 tra nuove funzioni e migliorie alle app incluse. Nella presentazione di iOS 6 , l'azienda ha posto l'attenzione su otto novità principali, a cominciare dalla nuova app Maps , non più basata sui dati di Google. Un nuovo navigatore guiderà l’utente svolta per svolta a destinazione grazie a indicazioni vocali, ci saranno funzioni di ricerca, informazioni sul traffico in tempo reale e percorsi alternativi se il traffico cambia in maniera significativa. Grazie all'utilizzo di grafica vettoriale, l'app consentirà di fare panoramiche, inclinare e zoomare sulle cartine con maggiore fluidità e la nuova funzione Flyover offrirà spettacolari viste tridimensionali interattive ultrarealistiche.

Siri anche su iPad e in italiano

Seconda novità di rilievo è la disponibilità di Siri in altre lingue e anche sul nuovo iPad. L'assistente vocale intelligente lanciato da Apple lo scorso anno sull'iPhone 4S sarà utilizzabile anche sull'iPad di terza generazione e a inglese, francese, tedesco e giapponese, si aggiungeranno (come promesso) spagnolo, italiano, coreano, mandarino e cantonese.

iOS-6-Siri-anche-su-iPad-e-in-italiano_emb8.jpg

Siri avrà nuova modalità Eyes Free, che permette di interagire - ad esempio in automobile - usando unicamente la voce, verrà ottimizzato per l’uso in quindici Paesi e sarà in grado di prenotare un tavolo al ristorante, conoscere gli ultimi risultati della squadra del cuore, aprire un’app, pubblicare un post su Twitter o aggiornare il proprio stato su Facebook.

Dopo Twitter arriva Facebook

L’integrazione con Facebook è la terza grande novità di iOS e ricalcherà quanto già fatto con Twitter. Si potranno pubblicare post dal Centro Notifiche, tramite Siri e ovviamente tramite varie app come Immagini, Safari e Mappe e le informazioni degli amici su Facebook saranno sincronizzate e disponibili su tutti i dispositivi iOS come già succede per gli indirizzi in Contatti o gli appuntamenti e i compleanni in Calendario. Inclusa nell'integrazione ci sarà anche la possibilità di cliccare su “Mi piace” direttamente da App Store e iTunes e scoprire le app e i contenuti consigliati dagli amici.

Passbook, streaming foto condivisi e Guided Access

Oltre a Mappe ci sarà anche un'altra nuova app: si chiama Passbook ed è stata creata da Apple per organizzare ed avere pronti all'uso tutti gli accrediti digitali in un unico posto, dalla carta d’imbarco al biglietto d'ingresso al pass per il concerto. Passbook proporrà di usare l’iPhone o l’iPod touch come uno scanner e mostrerà in automatico tutti i pass direttamente dalla schermata di blocco in base all’ora o al luogo e in alcuni casi avviserà persino l’utente in caso di cambi dell’ultimo minuto.

L'app Immagini sarà poi potenziata grazie all'aggiunta degli streaming foto condivisi. Basterà selezionare le foto da condividere e scegliere gli amici a cui inviare l’album e le immagini saranno subito disponibili (e commentabili) sui loro dispositivi iOS, come anche in iPhoto e Aperture sui loro Mac, via web e persino tramite Apple TV.

iOS 6 introdurrà inoltre Guided Access, funzione che consentirà a un genitore, insegnante o amministratore di disabilitare i tasti hardware per bloccare un dispositivo iOS su un’unica app e include anche la possibilità di limitare l’immissione touch a determinate aree dello schermo. Potrebbe rivelarsi un’opzione particolarmente utile per aiutare chi ha problemi di concentrazione ma anche nei casi in cui l'iPad viene dato a un bambino o lo si utilizza per un test o in modalità kiosk.

Le altre novità

Tra le altre nuove funzioni ci saranno potenziamenti del browser Safari, come l'aggiunta degli elenchi lettura offline, gli upload di foto, la vista a schermo intero e le "schede iCloud", sistema di sincronizzazione su più dispositivi degli indirizzi aperti. Sarà (finalmente) possibile rifiutare le chiamate in entrata con un messaggio rapido, impostare un promemoria di richiamata e di abilitare una nuova opzione “non disturbare” ma anche effettuare videochiamate FaceTime sulle reti cellulari (operatori di telefonia permettendo) e iOS 6 offrirà la possibilità di configurare una VIP Mailbox e di visualizzare rapidamente i messaggi dei contatti più importanti.

Disponibilità

iOS 6 è già scaricabile in una versione beta per gli iscritti al programma iOS Developer Program: il nuovo sistema operativo sarà disponibile ufficialmente in autunno come aggiornamento software gratuito per utenti iPhone, iPad e iPod touch. Attenzione, però: potranno aggiornare a iOS 6 solo alcuni dei dispositivi attuali e nello specifico iPhone 4S, iPhone 4, iPhone 3GS, il nuovo iPad, iPad 2 e iPod touch (quarta generazione).

iOS-6-modelli-compatibili_emb8.jpg

Da un'analisi più attenta emerge che i criteri di Apple non sono legati alla potenza ma al fatto che il dispositivo sia ancora in commercio: sono infatti inclusi gli iPhone 3GS ed esclusi gli iPad di prima generazione. L'azienda avverte inootre che alcune funzioni tra cui Siri, Flyover, la navigazione con indicazioni svolta a svolta, Photo Stream condivisi e addirittura anche gli elenchi lettura offline non saranno utilizzabili sui device più vecchi.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>