Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Musica

X Factor 6: le 10 pagelle della quarta puntata live. Cixi la migliore, Daniele Coletta il peggiore

Commento, analisi e voti ai talenti mostrati su Sky Uno. Attenzione alla musica, ai brani cantati, all'interpretazione portata sul palco dalla gara tra i concorrenti. Le emozioni (e le stonature) tra le cover più belle di sempre

Abbiamo visto ieri sera con voi la settima puntata di X Factor (dell'8 novembre 2012) in onda su Sky Uno. Il Canale Cultura di Panorama.it, anche questa settimana, ha deciso di dedicare uno spazio alle esibizioni, con una pagella e l'analisi esclusivamente musicale. Daremo un voto ai 10 concorrenti del talent show.

Le Donatella hanno portato sul palco "Meneater" di Nelly Furtado (2006, da "Loose"). Per la prima volta le due ragazze tirano fuori la voce, complice (forse) un po' di autotune. L'esibizione comincia benissimo, sono brillanti e di grande impatto. Poi si perdono per strada, rivelando tutta la loro immaturità e la scarsa capacità di gestire il palco.

DONATELLA - VOTO: 6 E MEZZO

Cixi invece porta sul palco "Turning Tables" di Adele (2011, da "21"). Parliamo, com'era già noto, di un cavallo di battaglia della giovanissima nata su Youtube. Il risultato è sconvolgente, in positivo. Emozione, presenza scenica, un atto d'amore vero il pubblico e per se stessa. È trascinata da una vera passione, da una grande confidenza con l'ambiente palco. È come se là sopra ci stesse da tutta la vita.

CIXI - VOTO: 9

Davide canta "È l'amore che conta" di Giorgia (2012, da "Dietro le apparenze"). Nettamente migliorato rispetto alle prime esibizioni, Davide mostra elementi e caratteristiche interessanti per il mercato italiano. La performance è potente, convincente, penetrante. Sarebbe un talento perfetto se a tutto questo si accompagnasse un abbozzo di personalità.

DAVIDE MERLINI - VOTO: 7+

Chiara canta "The Final Countdown" degli Europe (album omonimo, 1986). La versione meno rock e più tango di Chiara, stranisce ma convince. Diciamo la verità: Chiara, con la sua bravura, è immune agli esperimenti di Morgan, che hanno due effetti. O ti sviliscono (come nel caso di Romina), o ti rendono unico e speciale. Chiara lo è, ma è ora di alzare il tiro, perché se le danno anche un buon inedito, ha sostanzialmente la vittoria nelle mani. Complimenti.

CHIARA - VOTO: 8 E MEZZO

Quale migliore scelta per Yendri se non cantare un brano recentissimo di Bruno Mars? "Locked out of heaven" è un pezzo di fortissimo impatto, con elementi freschi ma con una leggerezza "profonda" che richiede anche sapiente interpretazione. Yendri è uscita dal guscio e ha offerto un'ottima performance vocale, un'interpretazione convincente, sfumature vocali non banali e piatte per il mercato italiano. È difficile per lei intuire un destino discografico di successo, ma non è un problema di cui bisogna occuparsi ora. Ancora una volta, finalmente, ha lasciato il segno.

YENDRI - VOTO: 7/8

Ics si esibisce in "Der Commissar" di Falco (1981, da Heinzelhaft) La prima cosa che viene in mente è che nessun altro artista di nessun altra edizione di X Factor sarebbe in grado di portare sul palco una canzone del genere, cantata interamente in tedesco. E di farlo con una performance dal punto di vista fisico così accattivante. Il problema di Ics, a questo punto, non è la sua fisicità, ma la fiducia in se stesso. Finalmente, a tratti, si vede quell'insicurezza velata di chi non si piace.

ICS - VOTO: 8

Daniele, se poteva fare un cambiamento, l'ha fatto dal male in peggio. Non basta cantare una canzone intimista come "Love is a losing game" di Amy Winehouse (2007, da "Back to Black") per risultare. Tradire la propria immagine, stravolgere lo stile, lo ha reso più piatto, meno convincente. Oseremmo dire più finto. L'intento di liberarsi, di aprire porte segrete della propria emotività è la strada giusta, ma non in questo modo. Non ci siamo proprio.

DANIELE COLETTA - VOTO: 6

È tempo dei Fréres Chaos, le pecore "nere" della sesta edizione di X Factor, ma anche i ragazzi con un grosso potenziale ancora tutto da esprimere. Il suo oscuro, alcuni l'hanno definito incestuoso (nell'idea, ovviamente) porta un brano poco conosciuto ma che si fa amare facilmente come "Ritual Union" dei Little Dragon (2011). La messa in cena un po' discutibile non ha messo in difficoltà i due giovani cantanti, offrendo un'ottima performance vocale, convinta, profonda, ragionata.

FRÈRES CHAOS - VOTO: 7 E MEZZO

Andiamo negli anni '60 con "White rabbit" dei Jefferson Airplane. Lo potremmo chiamare senza dubbio un cavallo di battaglia di Nice. Ha offerto un'interpretazione intensa, coinvolgente, matura. Nelle note alte, a un certo punto, sembra abbia perso un po' il controllo, ma il risultato complessivo è stato da vera diva. Nice da questa esibizione ne è risultata quasi trasformata.

NICE - VOTO: 8+

Romina canta finalmente in italiano e lo fa con uno dei più grandi, Adriano Celentano. La performance di "Il tempo se ne va" è il risultato di un'interprete evidentemente sfiancata settimana dopo settimana dagli esperimenti di Morgan. Di fatto è come se dopo essere uscita così tanto da se stessa, non si ritrovasse più. L'esibizione è stata tecnicamente perfetta, ma con poca emotività. X Factor, lo sappiamo per esperienza, non perdona i talenti poco acerbi e Romina ha una maturità e un atteggiamento di vita sul palco che non si prestano al programma, che cerca molto l'emozione e la "purezza" dell'esordiente. In "Beautiful" di Christina Aguilera è stata eccelsa.

ROMINA - VOTO: 7

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>