Vasco Rossi
Musica

Vasco Rossi: il video di "Sono innocente, ma..."

Il secondo singolo estratto è un hard rock tiratissimo

Gli oltre quattro milioni di fan di Vasco Rossi su Facebook stamattina hanno trovato una bella sorpresa in bacheca: il nuovo video di Sono innocente, ma…, diretto da Swan, regista di tutti i live del cantante.

Blasco l’ha presentato con la consueta vena ironica: “in Anteprima MondialeEsclusivaEtAbusiva …solo x voi !!!#?sonoinnocentema?”.

Il brano, secondo singolo estratto dal fortunato Sono innocente dopo la ballad Come vorrei, rivela tutta l’anima rock dell’artista. Il diciassettesimo lavoro in studio del rocker di Zocca è stato l'album più venduto del 2014, conquistando già cinque dischi di platino, numero destinato a crescere durante l'imminente tour Live Kom '015, che prenderà il via il 7 giugno da Bari per proseguire fino a metà luglio con quattordici date complessive.

In occasione della presentazione dell’album al Medimex di Bari, Vasco ha dichiarato: “Il titolo è volutamente provocatorio, l’artista è sempre innocente quando compone, se non l’artista, è innocente la sua opera. Il titolo è Sono innocente ma…. Quel 'ma' apre una ridda di interpretazioni. Io sono fuori dalla categoria buoni o cattivi, innocenti e colpevoli. Se ti dichiari innocente e sei colpevole, vieni punito più pesantemente dal giudice. Quando c’è l’onestà, dell’innocenza posso anche fare a meno”.

L’inizio è bruciante: le chitarre di Stef Burns e Vince Pastano sono tiratissime, la batteria di Will Hunt indiavolata, Vasco è qui più grintoso che mai.

L’ “imputato” Rossi si scagiona davanti a un tribunale immaginario con questa parole:“Sono innocente ma/ma non mi fido più/ho solo qualche multa da pagare/qualche pastiglia e qualche rospo da ingoiare/Sono innocente o no/si fa quel che si può/sono innocente ma qui/qualcuno è sempre pronto a giudicare/qualche incidente di gioventù/che ancora fa male!”.Assolto con formula piena.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti