Musica

Vasco Rossi torna alla Scala con L'altra metà del cielo

E in un'intervista dice: 'Quando scrivo una canzone mi confesso'

Vasco Rossi in concerto

Vasco Rossi in concerto – Credits: Getty Images

Dal 6 al 13 settembre Vasco torna con L’altra metà del cielo, questo il titolo dell’opera, a ricalcare il palcoscenico della Scala, facendo rivivere le sue canzoni e le sue storie attraverso le magistrali coreografie di Martha Clarke e vestendo tredici tra i suoi brani più famosi, con meravigliosi intensi sinfonici curati da Celso Valli. Nel 2012,  in un’intervista rilasciata a TV Sorrisi e Canzoni, Vasco descrisse così lo spettacolo: ‘Inizialmente ho pensato che le protagoniste dovevano essere Albachiara, Silvia e Susanna, tre personaggi delle mie canzoni. Tre adolescenti, e allora mi sono chiesto che cosa potessero diventare da grandi. Da qui sono saltate fuori le altre canzoni, in tutto saranno tredici, Albachiara, SusannaSilviaAnima FragileBravaGabriIncredibile RomanticaBrava GiuliaDelusa, Jenny, Laura, Sally e Un senso. Le ho riunite in un unico racconto che le vedrà in varie fasi della vita, dall’adolescenza alla maturità, dalla crescita all’abbandono’.

Il 30 agosto ha rilasciato una lunga ed intensa intervista a Susanna Galeazzi trasmessa in uno speciale del Tg5 intitolato Le Piccole Cose Di Vasco e così ha rivissuto i mesi della malattia: 'Negli ultimi 7 mesi ho cambiato stile di vita perche è arrivato un conto salatissimo ma che ho pagato (ride). Sono ancora vivo, anche questo è un miracolo, perché in realtà siamo sempre tutti vivi per miracolo’. Ha parlato anche di social network, Vasco è stato infatti uno dei primi ad avere un account personale con cui interagire e comunicare ai milioni di fans: 'Adesso sono felicemente sposato, sono fedele ma se dovessi avere una storia con una donna la prima cosa che le direi è di chiudere il profilo di Facebook! (ride)'. Il Blasco sempre durante la stessa intervista parla a cuore aperto raccontando come nasce un successo: 'Scrivo quello che scriverebbero loro ( i giovani), racconto una mia rabbia o una mia debolezza. Quando scrivo una canzone mi confesso veramente tanto che penso che cose del genere non le direi nemmeno ad un amico, ma in una canzone sì. E quando una debolezza la confessi e la dici ad un altro non è più una debolezza'. Nonostante ci siano molte voci di nuovi singoli, Vasco non conferma ma nemmeno smentisce ma alla domanda della giornalista del Tg5 ammette: ‘Ho un testo molto divertente e non vedo l'ora di farlo sentire, però devo rispettare i tempi’.

© Riproduzione Riservata

Commenti