Musica

The Voice 2: le pagelle del secondo Live. Daria Biancardi, la perfezione diventa emozione

Commento, analisi e voti ai talenti mostrati su Raidue il 14 maggio 2014. Attenzione alla musica, ai brani cantati, all'interpretazione portata sul palco nelle sfide davanti ai coach. Le emozioni (e le stonature) tra le cover più belle di sempre

Daria Biancardi, la migliore del secondo live di The Voice 2 – Credits: Screenshot da Raidue

Siamo tornati! L'appuntamento settimanale dedicato a "The Voice of Italy" è qui.

Abbiamo visto l'undicesima puntata della seconda edizione (in onda il 14 maggio 2014) su Raidue.

Siamo pronti a valutare il secondo live del talent dove a contare non è il vestito o il volto, ma la voce.

Il Canale Cultura di Panorama.it ha deciso di dedicare uno spazio alle esibizioni dei potenziali vincitori.

In queste nuove sfide, avremo la nostra pagellona e l'analisi musicale dedicata.

TEAM CARRA'

La classifica dal peggiore al migliore

La peggiore è stata Luna Palumbo, ha cantato "Can't remember to forget you" di Shakira feat. Rihanna (2014, dall'album "Shakira") - L'unico modo per rendere speciale un brano come quello era cantare meglio dell'originale, una missione semplicissima. Puntare sulla sensualità oggi non funziona in Italia. Ma ancora non ce ne siamo resi conto e continuiamo a proporre talenti su quella linea. Avrebbe dovuto fare marcia indietro e ritrovari binari meno scenici - VOTO: 5

LUNA PALUMBO CANDIDATA DAL PUBBLICO ELIMINAZIONE - ELIMINATA DA Raffaella Carrà

Il terzo in classifica è Giuseppe Maggioni, ha cantato "The Final Countdown" degli Europe (1986, album omonimo) - Si tratta pur sempre di un tentativo, onestamente ben riuscito, per risvegliare Giuseppe dal torpore che a volte portavano le sue esibizioni. È in una fase di rinascita e anche se c'è ancora poca naturalezza in abiti che non gli sono affini, ha buoni margini di miglioramento. Ma, a questo punto della gara, ha scarse probabilità di vittoria. Anche se vale sempre il detto, mai dire mai - VOTO: 7

La seconda è stata Federica Buda, ha cantato "Why" di Randy Crawford - La grande voce di Federica diventa sempre più solida, regala sempre più emozioni e certezze. Questa volta non ha raggiunto l'apice emotivo richiesto dal brano, ma ha fatto comunque un ottimo lavoro. Escluso qualche piccolo scivolone sulla pronuncia inglese, è stata davvero brava. Emozionante, con moderazione - VOTO: 7 E MEZZO

FEDERICA BUDA CANDIDATA DAL PUBBLICO ALL'ELIMINAZIONE - SALVATA DA Raffaella Carrà

Il più bravo del team è di nuovo Tommaso Pini, ha cantato "Mentre tutto scorre" dei Negramaro (2005, dall'album omonimo) - Tommaso questa volta non ha fatto centro. Forse il brano non gli piaceva, forse l'ha interiorizzato poco. Il risultato non è stato di pregio. Alcune sfumature della sua versione "speciale" erano molto interessati, ma complessivamente avevamo aspettative più alte. Non è stato impeccabile - VOTO: 7/8

TEAM NOEMI

Il peggiore è stato Andrea Manchiero, ha cantato "Vivere" di Vasco Rossi (1993, dall'album "Gli spari sopra") - Sì, il rischio era che venisse malissimo e la cover male è venuta. Andrea aveva per le mani la patata bollente peggiore che gli potesse capitare. Non è bastata la sua preparazione, la sua professionalità, l'atteggiamento sfrontato. È apparsa come un'imitazione. E doveva essere un omaggio ricco d'emozione - VOTO: 5/6

ANDREA MANCHIERO CANDIDATO DAL PUBBLICO ALL'ELIMINAZIONE - ELIMINATO DA Noemi

Il terzo classificato è Stefano Corona, ha cantato "Careless Whisper" di George Michael (1984, dall'album "Make it Big") - Un cavallo impazzito, ha fin dall'inizio tentato una strada di "distorsione" della voce, cambiando velocemente il modo di cantare. Deve stare attento a canalizzare le sue capacità nel modo giusto. Ci sono dei punti bellissimi e dei punti in cui è, perdonateci la schiettezza, fastidioso - VOTO: 6 E MEZZO

Il secondo classificato è Gianmarco Dottori, ha cantato "Wonderwall" degli Oasis (1995, dall'album "What's the Story. Morning Glory?") - Bravissimo! Bella energia sul palco, voce sempre più interessante, bel teperamento. Se ha intenzione di migliorare così tanto di puntata in puntata, ci dobbiamo aspettare i fuochi d'artificio in finale. Bravissimo - VOTO: 8

GIANMARCO DOTTORI CANDIDATO ALL'ELIMINAZIONE DAL PUBBLICO - SALVATO DA Noemi

La prima classificata è Giorgia Pino, ha cantato "Tutto quello che un uomo" di Sergio Cammariere (2003, dall'album "Dalla pace del mare lontano") - Esibizione commovente. Nelle sue insicurezze, Giorgia sta trovando la sua forza. Il risultato è eccellente. Il brano ha valorizzato la sua voce e favorito il suo mood, molto timido e introverso. L'arrangiamento ha aiutato molto a valorizzarla - VOTO: 8 E MEZZO

TEAM J-AX

Il peggiore è stato Valerio Jovine, ha cantato "Red Red Wine" di Neil Diamond (1968, dall'album "Just for you") - La sua quota base di divertimento e del saper stare sul palco, ormai sono una garanzia. L'intonazione questa volta era completamente sbagliata. Questa è stata senza dubbio la sua peggiore perforance finora. Ridateci il buon bravo Valerio - VOTO: 5/6

VALERIO JOVINE CANDIDATO ALL'ELIMINAZIONE DAL PUBBLICO - SALVATO DA J-AX

Il terzo è Dylan Magon, ha cantato "Pastime Paradise" di Stevie Wonder (1976, dall'album "Songs in the key of life") - Era tutto perfetto, fino a quando ha dimenticato a testo e si è inventato delle parole, gli sono riuscite male, non ha fatto una bellissima figura. Ma ormai sembra che possa fare quello che vuole, ha una personalità trascinante. Un carisma naturale inimitabile. Gli manca la professionalità - VOTO: 7 

La seconda è Carolina Russi, ha cantato "Hai delle isole negli occhi" di Tiziano Ferro (2012, dall'album "L'amore è una cosa semplice") - Nonostante il televoto, la sua performance è stata una delle migliori della serata. Ci ha colpito la sua consapevolezza e la sicurezza con cui ha portato il testo di Tiziano Ferro. Con l'atteggiamento del rapper e non quello della semplice cantante. Un peccato che sia uscita - VOTO: 7/8

CAROLINA RUSSI CANDIDATA ALL'ELIMINAZIONE DAL PUBBLICO - ELIMINATA DA J-AX

La migliore è stata Suor Cristina, ha cantato "Uno su mille" di Gianni Morandi (1985, album omonimo) - Prima esibizione in italiano per il fenomeno di The Voice. Ha preso per le mani un pezzo dalla grande potenza e ne ha fatto qualcosa di molto vicino al mondo del musical. La presenza del coro ha avuto un ruolo centrale per dare ancora più spinta emotiva. È stata bravissima, essenziale, toccante - VOTO: 8

TEAM PELÙ

Il peggiore è stato Giacomo Voli, ha cantato "Madness" dei Muse (2013, dall'album "The 2nd Law") - La eleggeremo come una delle cover più impossibili da riprodurre nella storia della musica. È praticamente inimitabile. Il bravo Giacomo ha fatto del suo meglio cercando di incidere su questo pezzo tutta la sua personalità. Ci è riuscito, in alcuni momenti in modo più chiaro, in altri un po' più opaco. Speriamo che le scelte dei prossimi pezzi siano più adatte a lui - VOTO: 6/7

La terza classificata è Giulia Dagani, ha cantato "Insieme" di Mina (1970) - Non meritava di uscire, questo è fuori ogni dubbio. Ha fatto uno sforzo incredibile per portare a casa un'esibizione rock, originale, divertente e interessante. Ci è riuscita, ma sembra che il pubblico non sia riuscita a conquistarlo come sperava. Il risultato di così tanto sforzo dovrebbe far riflettere noi (che difetti particolari non ne troviamo) e lei (che ha dato tantissimo a The Voice) - VOTO: 7+

GIULIA DAGANI CANDIDATA DAL PUBBLICO ALL'ELIMINAZIONE - ELIMINATA DA Piero Pelù

La seconda è Esther Oluloro, ha cantato "Talkin' bout a revolution" di Tracy Chapman (1988, album omonimo) - Grande esibizione, Esther puntata dopo puntata sta acquisendo sempre più consapevolezza delle sue capacità. Appena saprà esplodere in un brano in italiano, avremo tutte le conferme che ci servono per nominarla assoluta potenziale vincitrice della trasmissione. Non è inconfondibile la sua voce, è inconfondibile la sua anima - VOTO: 8 +

ESTHER OLULORO CANDIDATA DAL PUBBLICO ALL'ELIMINAZIONE - SALVATA DA Piero Pelù

Daria Biancardi ha cantato "Callin You" di Jevetta Steele (1987, dalla colonna sonora di "Bagdad Cafè") - Ma come si fa a trovarle un difetto? Daria questa volta ha toccato il suo punto più alto di tutte le puntate. Un brano in cui, senza un mondo interiore, sarebbe stata solo tecnica e tanti saluti. È stata commovente in alcuni punti, intensa e centrata sotto ogni aspetto. Un'artista vera, senza se e senza ma. Più passa il tempo, più ne siamo certi. È grandiosa - VOTO: 9

© Riproduzione Riservata

Commenti