Simon Cowell: Mister X Factor
Musica

Simon Cowell: compie 55 anni il guru di X Factor e dei One Direction

Imprenditore immobiliare, inventore di format tv e talent scout: così è diventato il Re Mida del music business

Simon Cowell, il papà di X-Factor e di American Idol, compie oggi cinquantacinque anni. Imprenditore immobiliare e musicale, talent scout degli One Direction e de Il Divo, Cowell è oggi il Re Mida del music business: tutto ciò che tocca diventa oro.

E’ diventato un volto popolare come severissimo giudice di America's Got Talent, di cui ha prodotto il format, poi esportato con successo anche in Inghilterra e in Australia. Il suo capolavoro è la creazione di X Factor, il re dei talent show con il quale ha dato ossigeno all’agonizzante industria discografica. Mentre le vendite dei cd, a causa della crescita esponenziale dello streaming, calano vertiginosamente ogni mese, Cowell è riuscito a far vendere milioni di album agli artisti usciti dalle varie edizioni del suo programma.


 

Un nome su tutti, gli  One Direction, cinque cantanti solisti assemblati in un gruppo, che si sono classificati terzi nell’edizione del 2010. La loro ascesa appare inarrestabile, anche se lo stesso mentore ha dichiarato che presto gli One Direction si potrebbero sciogliere, per dedicarsi ai rispettivi progetti solisti.

Su che cosa abbia reso X Factor il talent show più importante del panorama televisivo, Cowell ha le idee chiare: “X Factor rappresenta l’industria discografica. E’ condotto da persone che gestiscono case discografiche. Lo scopo non è mai stato quello di vincere un show nel proprio paese, ma creare le basi per il successo. Il migliore esempio sono gli One Direction, oggi uno dei gruppi più famosi al mondo”.

Piaccia o meno, è ormai innegabile che l’unico modo per un giovane artista di mettersi in luce davanti a milioni di persone e di trovare il sospirato contratto discografico è quello di passare per la strada obbligata del talent show. Un cambiamento epocale, che proprio non è andato giù a tanti artisti.

Uno su tutti, David Gilmour, leggendario chitarrista dei Pink Floyd, che recentemente ha dichiarato: “X Factor è osceno. I concorrenti vogliono solo i loro quindici minuti di celebrità, ma non hanno intenzione di affrontare le difficoltà che invece noi abbiamo conosciuto. Quando noi eravamo agli inizi, lavoravamo duramente per ciò  in cui credevamo e non c'era nessuno che ci dicesse chi eravamo, che cosa dovevamo fare e come dovevamo farlo”.

Cowell non sembra curarsi molto delle critiche e va avanti per la sua strada. E’ diventato da pochi mesi padre del piccolo Eric  e si è sposato con la splendida Lauren Silverman nel castello di Downton Abbey. La loro storia è degna di Beautiful.

L'anno scorso Lauren ha tradito l'ex marito Andrew Silverman con il suo miglior amico Simon Cowell. Durante una notte di passione Lauren è rimasta incinta e in seguito a questo avvenimento i due amanti hanno deciso di uscire allo scoperto e di sposarsi.

La coppia ha anticipato i festeggiamenti dei cinquantacinque anni del produttore a fine settembre con una cena esclusiva al ristorante Scalini di Londra, dove si sono ritrovati numerosi personaggi del mondo dello spettacolo.

Oggi la festa proseguirà, ma da domani siamo certi che Cowell sarà di nuovo al lavoro  su un nuovo show, su un nuovo talento e su una nuova sfida professionale. A lui il fattore X non manca proprio.










© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti