Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Musica

Scissors Sister, la band che accende Bono e Lady Gaga

Dai gay club di New York alla Top 10: su Panorama l’irresistibile ascesa dei nuovi eroi della musica dance

Pantaloni attillati, maglietta di raso, parrucca bionda e "Frustami Houston" come nome d’arte. La prima volta sul palco della scuola di Jake Shears, oggi leader degli Scissors Sister, finì a sputi e gavettoni. Ai compagni mormoni del liceo newyorkese non piacque la sua storpiatura in falsetto del classico di Whitney, I will always love you.

Jake non si perse d’animo e replicò lo show in un gay club di Manhattan dove l’avevano assoldato come go-go dancer. Lì s’inventò gli Scissors Sister, la disco-pop band che gli ha cambiato la vita.

"Siamo l’incontro tra la Febbre del sabato sera, i Duran Duran e la musica elettronica" spiega orgoglioso Shears. Gli sponsor del suo gruppo si chiamano Bono ("Una delle più grandi pop band di sempre") e Lady Gaga ("Li ho chiamati per aprire i miei concerti, sono troppo cool").

Bollati come meteore dalla critica, hanno appena tagliato il traguardo del quarto disco (Magic Hour) e conquistato tutte le radio con il tormentone Only the horses. "Il prossimo passo è l’assalto alla Torre di Londra. Ci esibiremo ai suoi piedi il 21 luglio come ospiti di un grande evento preolimpico" anticipa Shears, che da settimane è al lavoro per scovare un look all’altezza. "Ci ispireremo all’abito tradizionale dei guardiani della torre, i famosi Beefeaters, chiamati così perché, nel Medioevo, il loro stipendio comprendeva una razione abbondante di carne di manzo. Speriamo non ci paghino in natura, perché non amo le bistecche".  

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>