È impossibile immaginare il rock, il pop, il beat, la psichedelia e buona parte della musica che ascoltiamo oggi senza i Beatles. Una carriera discografica tutto sommato breve, quella dei Fab Four, che va dal 1962 al 1970, ma incredibilmente intensa, che ha prodotto dodici album, ognuno dei quali è entrato a pieno diritto nella storia del musica popolare del Novecento.

I Beatles sono il gruppo che vanta la maggiore influenza musicale nel rock, con decine di band epigone(vedi Oasis e Blur), anche se nessuna è più riuscita a ripetere la magia delle loro canzoni, neanche lo stesso McCartney, sebbene la sua carriera solista e con i Wings ha prodotto, pur con qualche battuta d'arresto, ottima musica.

Eliminando la figura del frontman unico, i Beatles sono diventati inconsapevolmente le icone di una rivoluzione epocale, non solo in campo musicale. George Martin, colpito dallo spirito cameratesco, dall’energia e dall’ironia dei quattro giovani artisti di Liverpool, comprese che non c’era bisogno di rimettere in discussione quella solida unione, cementata nel periodo dei concerti ad Amburgo, con la scelta di un solo cantante, a scapito del collettivo.

Uno spirito che tornerà presto in due nuove canzoni di Paul McCartney e di Ringo Starr, che hanno unito di nuovo i loro talenti nei rispettivi album in uscita.

Mentre per Ringo c'è già il titolo del brano, l'energico rock We’re On the Road Again (che potete ascoltare qui sotto), che vede la partecipazione, oltre al Macca, di Joe Walsh degli Eagles, di Steve Lukather dei Toto e di Edgar Winter, ancora non si conosce il nome del duetto Starr-McCartney per l'album di quest'ultimo, che dovrebbe uscire entro la fine dell'anno, realisticamente a ridosso del periodo natalizio, a quattro anni di distanza da New del 2013.

Nel nuovo album, di cui ancora non si conosce il titolo, troverà spazio un brano contro il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, come rivelato dall'ex Beatles (che nelle ultime elezioni americane ha sostenuto Hillary Clinton) in un incontro con gli allievi del Liverpool Institute of Performing Arts: "Certe volte la situazione nel mondo è talmente pazzesca che deve essere affrontata".

Il disco sarà prodotto alle sapienti mani di Greg Kurstin, che tanto ha contribuito al successo mondiale di 25 di Adele.

Give More Love, il nuovo album d’inediti di Ringo Starr, uscirà in tutto il mondo il prossimo 15 settembre per Universal Music.

L'album arriva a due anni di distanza da Postcards From Paradise e conterrà tredici brani inediti.

TRACKLIST GIVE MORE LOVE

1. We’re On The Road Again
2. Laughable
3. Speed Of Sound
4. Standing Still
5. King Of The Kingdom
6. Electricity
7. So Wrong For So Long
8. Shake It Up
9. Give More Love

+BONUS TRACK
10. Back Off Boogaloo
11. Don’t Pass Me By
12. You Can’t Fight Lightening
13. Photograph

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti