Kanye West
Musica

Kanye West: perchè il pubblico di Glastonbury non lo vuole

Contro il rapper una petizione firmata da oltre 100.000 internauti

Se esistesse una competizione mondiale per l’ego più ipertrofico dello show business, Kanye West vincerebbe la medaglia d’oro a mani basse. Non siete convinti? Ecco un esempio: “Non sono stato messo su questo pianeta per fare soldi, sono stato messo su questo pianeta per fare qualcosa di magico. Sono stato messo su questo pianeta per fare musica e arte”.

Non male, eh? E ancora: “Sono completamente pazzo, e totalmente onesto, e anche del tutto inappropriato, a volte. Ma se negassi di essere un genio starei mentendo a te e a me stesso”. Non vi basta? Eccone un’altra: “Sono come un messaggero, e Dio mi ha scelto per essere la sua voce e il suo tramite”.

Insomma, non manca di certo l’autostima a Kanye West. Rapper, produttore e stilista, West è indubbiamente una delle menti più geniali e creative dell’hip hop, a cui ha regalato due pietre miliari di questo genere: My Beautiful Dark Twisted Fantasy del 2010 e Yeezus del 2013. Scintillante e ricco di invenzioni musicali il primo, cupo e minimalista il secondo, che è piaciuto tantissimo a Lou Reed.

Negli ultimi dieci anni Kanye, oltre ad avere prodotto sei album bestseller, ha collaborato come designer per Nike, Louis Vuitton, Giuseppe Zanotti e Adidas, ha tenuto lezioni magistrali nelle più importanti università americane, ha finanziato due organizzazioni di volontariato e ha investito i suoi ricavi milionari in numerose iniziative imprenditoriali.

Come tutti gli artisti che hanno avuto un grande successo, Yeezy è amato e odiato allo stesso tempo, soprattutto in virtù di un carattere che non ammette mezze misure.

Di certo West non si sarebbe mai aspettato quello che è successo qualche giorno fa. Oltre 100.000 persone hanno firmato una petizione online su Change.org per evitare che il rapper di Chicago si esibisca al prossimo festival di Glastonbury, il più importante raduno rock inglese.

L’iniziativa, nata per gioco su iniziativa di Neil Lonsdale, ha riscosso un clamoroso successo grazie all’effetto moltiplicatore della Rete.  Il titolo della petizione non lasciava spazio ai dubbi: "Cancelliamo l'esibizione di Kanye West e facciamo venire una rock band al suo posto".

Nella descrizione della singolare iniziativa c’è scritto: "Kanye West è un insulto ai fan della musica di tutto il mondo. Spendiamo un sacco di soldi per andare a Glastonbury e ci aspettiamo un certo tipo di intrattenimento".

"La gente ha preso la mia petizione sul serio - ha dichiarato Lonsdale, che non è mai stato a Glastonbury- sono davvero sorpreso. Insomma, Kanye non mi piace, ma è solo una mia opinione".

Chissà che il rapper che si paragona a Gesù non faccia un miracolo e riesca a far cambiare idea anche all’esigente pubblico di Glastonbury.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti