Provate a immaginare: se venisse pubblicato oggi il classic album dei Guns 'N Roses: finirebbe in una sorta di dimenticatoio, in un limbo della memoria.

Soffocati come siamo da musica di pessima qualità, elaborata da un computer e completamente senz'anima, Appetite for Destruction finirebbe per passare come un omaggio vintage a un'era lontana, quando ancora contava chi suonava e come suonava. E le canzoni non erano un puzzle di suoni sintetici masticati e rimasticati un milione di volte. 

Per fortuna, quell'album è uscito trent'anni fa, quando il pubblico, compreso quello più mainstream, era in grado di cogliere la differenza tra un capolavoro e un album qualsiasi. Perchè Appetite for Destruction era ed è un capolavoro, uno dei dischi più potenti ed intensi della storia del rock.

Va detto chiaramente alla faccia dei tanti critici snob infastiditi, al tempo, dal successo planetario di una band che ancora oggi stipa le arene di tutto il mondo con il reunion tour (vedi i centomila allo Slane Castle, in Irlanda, lo scorso 27 maggio).   

Non sarà poi un caso che quest'album esca ed entri dalle classifiche di tutto il mondo da tre decenni. La ragione è semplice: Appetite for Destruction è oggettivamente uno degli ultimi grandi dischi rock. Lo dicono la bellezza e la popolarità senza tempo di canzoni come Welcome to the Jungle, Sweet child o'mine, Paradise City. Ma anche My Michelle, Rocket Queen e Nightrain.

Oltre trenta milioni di copie vendute e un posto nella classifica dei venti album più venduti di sempre negli States dicono molto sul valore di queste canzoni e in generale della band. 

Che aveva un sound tutto suo, una formidabile attitudine rock and roll e un songwriting straordinario. Quindi, nessuno stupore se dopo trent'anni Appetite for Destruction è ancora tra noi, presente e pulsante di un'energia inesauribile. 

Perché le emozioni non scadono. La canzoni di plastica sì.. E dopo qualche mese, nessuno se le ricorda più. Per fortuna...

LEGGI ANCHE: Le canzoni del tour che arriverà in Italia 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti