Per un crudele gioco del destino, George Michael, una delle più belle voci della storia del pop, è morto poco più di otto mesi fa per cause naturali (una cardiomiopatia dilatativa accompagnata da miocardite e steatosi epatica) proprio il giorno di Natale, quello che da 32 anni è legato a filo doppio alla sua Last Christmas, un capolavoro che è ormai l'imprescindibile colonna sonora delle vacanze invernali.

Prima con gli Wham, poi come solista, George Michael, che in carriera ha venduto oltre 100 milioni di dischi, ha inciso delle canzoni memorabili, evolvendo negli anni verso un pop-jazz maturo e raffinato, senza però rinunciare a irresistibil brani dance anche nell'ultimo album di inediti Patience.

Georgios Kyriacos Panayiotou, meglio conosciuto come George Michael, è stato un cantautore completo, in grado di scrivere da solo la musica e le parole della maggior parte delle sue canzoni, un dotato polistrumentista e un uomo che ha condiviso la sua fortuna con le persone più bisognose, grazie non solo a munifiche donazioni, ma anche attraverso il volontariato svolto in prima persona, lontano dalle telecamere e dai flash.

Per questo è un bella notizia ascoltare la sua voce in un nuovo brano, anche se in realtà Fantasy, presentato ieri in anteprima su BBC Radio 2, non è altro che una rielaborazione di una canzone già pubblicata come B-side della versione americana del singolo Freedom! ‘90 e della versione britannica di Waiting For That Day, in cui è evidente il tocco del grande chitarrista e compositore Nile Rodgers, chitarra, mente e cuore degli Chic, che ha ridato nuovo vita al singolo.

Non tutti sanno che c’è l'inconfondibile tocco di Nile Rodgers dietro a successi planetari come Like a virgin di Madonna, Let's dance di David Bowie, Upside Down e I'm coming out di Diana Ross, Original Sin degli Inxs, Notorius dei Duran Duran, fino alle recenti Get Lucky e Lose yourself to dance dei Daft Punk.

Al posto della base hip hop anni Novanta e dei fiati campionati, Rodgers ha dato un sound più contemporaneo a Fantasy, che tiene perfettamente in equilibrio la disco anni Settanta con il pop di oggi, con un pizzico di elettronica.

"Quando George Michael mi ha chiesto di lavorare su una delle sue canzoni è stato uno dei più grandi onori della mia vita" -ha dichiarato Nile Rodgers sulle sue pagine social- "Pochi giorni prima della sua scomparsa ero con lui a Londra nella sua casa. Ho preso un volo per tornare in america il 24 e dovevamo sentirci al telefono per Natale, invece ho ricevuto un messaggio sul mio cellulare, 'George è morto'.Ne sono rimasto devastato. Spero solo che sia fiero del lavoro svolto".

La canzone ha diviso in due i fan: chi ne è rimasto entusiasta per il nuovo groove e chi la considera troppo diversa dall'originale oppure, peggio ancora, un'operazione meramente commericiale.

Il leader degli Chic ha risposto così ai fan che sono rimasti delusi: "Il contrasto che provate nei vostri cuori è normale e giusto, ma i vostri cuori non hanno vissuto la stessa ambiguità emotiva che ho vissuto io. Lacrime, insicurezza, felicità e amore".

Sul sito ufficiale del musicista di origine cipriota le sorelle del cantante, Melanie e Yioda, hanno pubblicato un messaggio nel quale esprimono la loro volontà di “continuare a condividere l’eredità di George così da diffondere gioia con la sua straordinaria musica e porteranno alla luce i progetti al quale stava duramente lavorando”.

Fantasy anticipa l'uscita del primo album postumo di George Michael, Listen without prejudice/MTV unplugged, che sarà pubblicato in tutto il mondo il 20 ottobre in quattro formati: standard 2 cd e digitale con la nuova versione del brano Fantasy; deluxe con un terzo cd contenente speciali remix e b-sides, un dvd con Listen Without Prejudice Southbank Show special del 1990, la performance di Freedom! 90 per i 10 anni di MTV, un libretto con foto e memorabilia; l'immancabile LP.

Il cofanetto Deluxe e l’edizione con doppio CD conterranno anche una versione rimasterizzata della memorabile performance tenuta ad MTV Unplugged nel 1996, che ora per la prima volta viene pubblicata su album. Nel contesto intimo dei Three Mills Island Studios di Londra, venerdì 11 ottobre 1996 George Michael eseguì dieci delle sue più belle canzoni tratte dal repertorio degli Wham! e dai suoi album solisti Faith, Listen Without Prejudice Vol. 1 e Older.

La nuova pubblicazione darà modo anche a un pubblico più giovane di apprezzare Listen without prejudice vol.1, uno dei vertici della produzione solista del cantante di origini cipriote.

Nel 1990, a tre anni dal trionfo mondiale di Faith, George Michael stupì tutti con un album scuro e introspettivo come Listen without prejudice vol.1 (Ascoltate senza pregiudizi), arrangiato, prodotto e scritto quasi totalmente dallo stesso George.

Via il ciuffo mechato, l’orecchino a forma di croce e l’inseparabile giubbotto di pelle con le maniche jeans, George Michael, si presentò in una nuova veste con lo splendida canzone di deununcia sociale Prayin’ for time corredata da un video in cui non veniva mai inquadrato, così come nel successivo Freedom ’90, diretto da un govane David Fincher, con protagoniste le supermodel Naomi Campbell, Christy Turlington, Cindy Crawford, Tatjana Patitz e Linda Evangelista.

Allora anche i critici più preconcetti degli Wham e del suo album di debutto si accorsero delle sue doti vocali fuori dal comune, della sua capacità di scrittura e delle sue qualità di crooner, grazie a un pop raffinato e di spessore, che gli ha permesso di vendere in carriera 100 milioni di dischi e di orientarsi sempre più verso sonorità jazzy, come nel capolavoro Older del 1996 o nell’ultimo album Symphonica, il testamento artistico di un cantante che avrebbe potuto regalarci tanti altri album memorabili.

© Riproduzione Riservata

Commenti