Pure Comedy è già da adesso candidato ad essere uno dei dischi cult del 2017. Perché è un album bellissimo, fatto di grandi canzoni interpretate con passione e talento. Tanto talento. 

Come l'ex batterista dei Fleet Foxes (il suo vero nome è Josh Tillman) sia riuscito a diventare una delle figure cantautorali più credibili di questo tempo resta un mistero, ma il risultato di questa virtuosa evoluzione è evidente nei pezzi di Pure Comedy. 

Che, a tratti, ha il suono della West Coast degli anni Settanta. Impossibile poi non percepire i richiami ai grandi 33 giri, sempre 70's, del piano man per eccellenza, ovvero Elton John. 

Insomma, un mix illuminante tra gli Eagles, Neil Young e il vecchio Elton. Il tutto arricchito da una vena soul ed arrangiato con classe e stile. Le canzoni parlano di cinismo, compassione, fanatismo religioso, follie capitalistiche e molto altro. Ma la comprensione dei testi è il secondo step. Il primo è godersi un album intero di vera musica e buone vibrazioni. 

Le tre canzoni consigliate: Pure Comedy, Total Entertainment Forever e Leaving LA.

© Riproduzione Riservata

Commenti