Sono le 21.15 e il Fabrique spegne le sue luci perché è iniziato il concerto di Fabrizio Moro, il primo del suo "Pace Live Tour 2017". Dopo un video proiettato negli schermi alle spalle della band, inizia proprio Pace, la title-track del nuovo album di inediti. La voce di Fabrizio Moro c'è, ma lui aspetta metà canzone per salire sul palco. E quando arriva è impossibile non essere calamitati dalla sua presenza.

Ci sembra nato sul palcoscenico lui, che già dai primi brani si concede senza interruzioni al suo pubblico. "Abbiamo fatto tanti mesi di prove e dobbiamo ancora prendere confidenza con le canzoni nuove. Sono felice di avere ancora l'ansia e la paura che mi accompagnano da sempre", ha dichiarato commosso Moro. 

Durante il concerto Fabrizio Moro alterna successi del passato a brani dell'ultimo album, che rappresenta per il cantante un ritrovato momento di serenità. Le prime canzoni della scaletta sono L'essenza, È solo amore, Tu, Il peggio è passato e La felicità

Subito dopo, il cantante regala alcuni momenti davvero coinvolgenti emotivamente. Eppure mi hai cambiato la vita e Giocattoli. "Certe volte ho ben chiaro quello che succede nella mia vita e so descrivere la mia personalità che si è disegnata a 42 anni. Altre volte, invece, non ci riesco, e mi sento una mezza mer*a. Questa canzone l'ho scritta in un momento nel quale tentavo di accendere la luce nella mia vita". E parte Sono anni che ti aspetto, particolarmente apprezzata dal pubblico del Fabrique. 


La scaletta è davvero ricca. Andiamo (nuovo singolo estratto da "Pace", in radio da oggi), L'inizio, Libero, Da una sola parte, Sono come sono. Subito dopo un momento piano e voce davvero emozionante. Come ci aveva anticipato poche settimane fa, Fabrizio Moro ha trovato il tempo per cantare anche alcuni brani che egli stesso ha scritto per altri colleghi. Così, si esibisce in Sono solo parole (regalata a Noemi) e Un'altra vita (scritta per Elodie). 


Non possono mancare il successo dell'ultimo Festival della canzone italiana, Portami via, e Pensa, brano grazie al quale Moro ha vinto nella sezione Giovani di Sanremo nel 2007. La chiusura è dedicata a Un pezzettino, L'Italia è di tutti Babbo Natale esiste. 

Uno show essenziale, basato sulla capacità interpretativa di Moro che, per tutte le due ore abbondanti di concerto, riesce a far riflettere, divertire ed emozionare. Senza l'aiuto di nessuno. Certe volte bastano la musica e il cuore.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti