Musica

Dr. Dre è ancora il re: il suo impero vale 110 milioni l'anno

Il produttore e rapper di Compton continua a vivere nella leggenda. Storia di una carriera iniziata nel 1981

I contenuti di questo post sono stati prodotti in autonomia dall’autore che appare nella sezione autore prima dell'inizio del testo, i contenuti di questo post possono essere associati a un brand promozionale tramite la dicitura “sponsorizzato da” oppure “offerto da” con il logo dello sponsor ben visibile.

Andrè Romell Young, in arte Dr. Dre

Andrè Romell Young è ancora sul tetto del mondo. Rapper, beatmaker, produttore discografico, talent scout. Anche nel 2012 è Dr. Dre il rapper che ha guadagnato di più al mondo. 110 milioni di dollari, più del doppio del secondo classificato nella classifica stilata da Forbes, Puff Daddy. Ennesimo anno indimenticabile per un'icona della musica hip hop che ha scritto la storia del genere.

Partito da Compton già nel 1981 aveva iniziato a far parlare di sé con lo show radiofonico sull'emittente K-Day e come dj a Los Angeles. Un talento puro fin da ragazzo, in tanti sarebbero stati pronti a scommettere sulla pioggia d'oro che avrebbe coperto la sua carriera discografica. Già nel 1982 Dre entra nella World Class Wreckin Crew, poi con gli NWA fa uscire il pezzo "Fuck the Police" conquistandosi anche l'attenzione dell'Fbi.

Dr. Dre diventa via via un riferimento nel mondo delle produzioni e si deve a lui l'evoluzione e la transizione dall'electro funk al gangsta lean. I problemi con gli NWA iniziano proprio per i soldi, con Ice Cube che accusa i fondatori della Ruthless Records di sottrarre i profitti. Dr. Dre abbandona il gruppo e fonda la death Row Records nel 1992, un'etichetta che diventa il riferimento del gangsta rap, nello stesso anno esce "The Cronic", il suo primo lavoro da solista. Inizia la pioggia d'oro nel suo conto in banca, i lavori ai quali prende parte sono perle firmate da Warren G scoprendo un talento come Snoop Dogg che nel 1993 per l'etichetta di Dre sforna il disco Doggystyle, un pezzo di storia del rap. Dopo la Death Row Records fonda una nuova etichetta, la Aftermath Entertainment con la quale conferma il suo fiuto infallibile per il talento.

Scopre infatti Eminem, che con "The Slim Shady LP" e "The Marshall Mathers LP" vende decine di milioni di copie in tutto il mondo. Il suo conto in banca è quindi un pozzo dorato che si rigenera ogni anno, Dre ha infatti prodotto più di 80 dischi, tra cui la maggior parte delle tracce del disco Get Rich or Die Tryin' di 50 Cent nel 2003 e The Documentary di The Game nel 2005, confermandosi ancora uno dei personaggi più attivi e degni di nota del panorama musicale hip hop. Ha vinto 5 Grammy Awards, 2 Mtv Day Music Awards ed ha sviluppato la carriera cinematografica in parallelo a quella musicale. Nel 1992 l'esordio dietro la telecamera con il documentario "Niggaz4life: The only home video" dove ha interpretato sé stesso, poi nel 1996 il film "Set it off". Tra le migliori interpretazioni quella del 2001 con il poliziotto corrotto Paul nel film "Training day" mentre nello stesso anno ha anche partecipato al film "The Wash". In questi mesi ha una parte nelle riprese del film "Shady Talez".

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>