Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Musica

Auditorium di Renzo Piano: L'Aquila rinasce con la musica

Il 7 ottobre viene inaugurato l’auditorium firmato dal celebre architetto: un gioiello di legno che ha scatenato polemiche

Sezione dell'auditorium dell'Aquila disegnato da Renzo Piano.

Una città musicale come L’Aquila non poteva restare senza auditorium dopo il terribile terremoto del 6 aprile 2009. In attesa dei tempi lunghi dei restauri per quello storico, situato all’interno del Castello cinquecentesco e amato da Arthur Rubinstein, e per il Teatro comunale, sta per esserne inaugurato uno accompagnato dalla firma di Renzo Piano e da qualche polemica.

La data prevista è il 7 ottobre con Claudio Abbado che dirigerà l’Orchestra Mozart di Bologna: 250 posti, struttura in legno della Val di Fiemme, costo di circa 6 milioni donati dalla Provincia autonoma di Trento, il "cubo" di Piano sta nascendo all’ingresso del parco del Castello, un’oasi verde nel cuore della città. La collocazione ha fatto storcere il naso a molti, anche di area vicina alla giunta di centrosinistra, ma gli esposti di Italia nostra e le proteste di associazioni e cittadini non hanno bloccato il progetto. Il sindaco, Massimo Cialente, ha sempre difeso la scelta insieme con lo stesso architetto Piano, che in un’intervista al quotidiano regionale Il Centro ha definito il suo auditorium "un omaggio all’Aquila capitale della musica realizzato con il legno degli Stradivari". Secondo Cialente, è "un gioiello di rilevanza mondiale che dovremo essere bravi a gestire", salvo poi decidere che farne quando, purtroppo fra parecchio tempo, sarà di nuovo agibile l’auditorium del Castello, sede della Società aquilana dei concerti Barattelli.

L’inaugurazione dell’auditorium di Piano è stata preceduta, a metà settembre, da quella di un’analoga struttura realizzata da un altro architetto di fama internazionale, Shigeru Ban: circa 300 posti, acciaio misto a sabbia e cartone, l’avveniristica sala è stata donata dal governo giapponese e costata 750 mila euro. Sarà utilizzata dal conservatorio Casella al termine del festival dei conservatori italiani Musica futura che si è chiuso il 23 settembre.

Leggi Panorama online

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>