Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Magazine

Prometeo in edicola con Bauman e Confucio

Il trimestrale di scienza e storia della Mondadori torna in edicola con un nuovo numero. Protagonisti, fra gli altri, il sociologo Zygmunt Bauman e Steve Fraser della Columbia University

La copertina del numero 119 di Prometeo

«L’insicurezza? Non abbiamo scampo. È il nostro presente e il nostro futuro». È questa la conclusione che Zygmunt Bauman trae dall’osservazione sociale. La racconta nella lunga intervista esclusiva raccolta da Carlo Bordoni per Prometeo, il trimestrale di scienza e storia della Mondadori di cui è in edicola il nuovo numero.

Oltre al celebre sociologo polacco, la rivista presenta diversi altri interventi. Steve Fraser, storico alla Columbia University, si interroga su quel particolare sentiment che ha condotto una società viva come quella americana verso «l’ipoteca dell’acquiescenza», cioè a un’inedita subalternità al grande business finanziario.

Gli fa eco Alain Weisman, docente all’università dell’Arizona, con una tesi spregiudicata: vogliamo salvare il pianeta e consegnarlo integro ai posteri? Allora l’egoismo può funzionare meglio dei buoni sentimenti.

Su Prometeo c’è anche un articolo della sinologa Amina Crisma sul confucianesimo, mentre Tamin Talukder lancia una nuova «filosofia ambientale», e lo storico Marco Ciardi fa il punto su Atlantide, il famoso continente scomparso e le innumerevoli leggende che ha alimentato.

A completare il ricco sommario, una riflessione «sull’etica possibile» per le democrazie in Europa, uno studio sulle convergenze tra poesia e matematica, una lettura «chimica» di famosissimi fatti devozionali (come la liquefazione del sangue di San Gennaro).

Ma non manca la grammatica: gli appassionati di linguistica potranno infatti leggere anche un servizio sulle forme verbali attive e passive. Infine, l’iconografia del numero è dedicata al “divisionismo italiano”, corrente pittorica che nasce alla fine dell’Ottocento e include autori come Giuseppe Pellizza da Volpedo, Giovanni Segantini e Angelo Corbelli.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>