Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Flair

Flair, raccontare il lusso attraverso moda, musica, personaggi e architettura

Nel nuovo numero di novembre, Flair racconta il lusso con incontri, interviste e immagini. Un percorso suggestivo e raffinato attraverso moda, arte, musica e design. Flair è in edicola il 22 novembre con il numero 49 di Panorama

La copertina del numero di novembre di Flair, con la top model Malgosia Bela, fotografata da Katja Rahlwes

Cosa significa lusso, oggi? Soltanto fasto, opulenza, ricchezza, in senso letterale, o può anche essere un’idea, una pratica meno scontata, dagli effetti più originali? In un passaggio economico complicato e di trasformazioni accelerate,Flair si è fatto questa domanda e – in questo suo terzo numero – prova a dare le sue risposte. Così nella prima sezione,Keyword, quella che intercetta e legge i segnali dell’attualità, ecco notizie e riflessioni ispirate da questa categoria “Luxury”, anfibia e sfuggente quando si tratta di moda e, a maggior ragione, nel caso di musica, personaggi, architettura.

Ecco allora un’intervista con le immagini di Anne Deniau, la fotografa che per tredici anni ha documentato la ricerca di un designer visionario e che “lussuosamente” non si poneva limiti qual è stato Alexander McQueen . C’è quindi un “dietro le quinte” su come la pubblicità veicoli attualmente i prodotti di lusso; ma si parla anche di un fenomeno all’apparenza rétro come la calligrafia , che vede una ripresa e una diffusione, una vera “riscossa” manuale nell’età digitale. Sempre una forma di lusso è anche quella di un’architettura dell’inaspettato che, ad esempio, costruisce cinema in mezzo al mare o panchine hi-tech per la contemplazione di spazi e paesaggi. Una segnalazione particolare vale il botta-e-risposta con un emblema del lusso, ovvero il miliardario statunitense Donald Trump.

L’allegato di fashion, immagine e attualità di Panorama racconta poi una moda ricca e celebrativa, come gli oggetti del desiderio – tra borse clutch, abiti tuxedo, cappotti e le nuove forme delle scarpe. Icona della cover story e di un’intervista, la top-model Malgosia .

Connettere tendenze e immagini, moda e arte, mondi espressivi paralleli insomma: Flair ha questa vocazione e, in questo numero, ha come collaboratore esclusivo e felicemente irriverente Maurizio Cattelan . L’artista italiano più famoso al mondo offre un suo Portfolio di immagini, quelle che poi vanno a comporre la galleria “politically uncorrect” del suo magazine fotografico TOILETPAPER. E per Flair si fa anche cronista d’arte e intervista la pittrice-fotografa Marilyn Minter, tra gli spiriti creativi più interessanti della scena internazionale. Ma Cattelan è sempre Cattelan e conduce la conversazione con le sue modalità “fuori schema” ed esilaranti, durante un puppy party, cioè una festa con una decina di piccoli, irrequietissimi cuccioli di beagle...

Nella sezione Features, c’è un incontro con altri due grandi personaggi – Dolce e Gabbana – che stavolta parlano della loro passione per la fotografia, adesso che Domenico Dolce firma la nuova campagna pubblicitaria del duo. E ancora: la jewel designer Betony Vernon, spiega “l’estetica della sessualità” che dà origine alle sue creazioni ad alta suggestione erotica.

Anche in questo numero di Flair c’è spazio per la ricerca e le nuove tendenze beauty. Tra i molti spunti, il servizio sui trattamenti “off label”, prodotti studiati in origine per altre applicazioni – mediche o, addirittura, fotografiche –che trovano inaspettati impieghi estetici. Infine, nella sezione delle anticipazioni Encore sfilano i protagonisti prossimi venturi della musica e dello spettacolo, gli eventi e notizie d’arte e fotografia, nel segno della sperimentazione e della tendenza.

Flair è in edicola il 22 novembre con il numero 49 di Panorama.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>