Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Flair

Calligrafia, il lusso di scrivere a mano: Flair incontra Luca Barcellona

In epoca di assoluto dominio digitale, quella della calligrafia può sembrare una bizzaria rétro. Non è così: in Italia si diffondono corsi e il “lusso” di scrivere a mano diventa una tendenza trasversale. Luca Barcellona, uno dei nuovi maestri di quest'arte, racconta a Flair i segreti e le passioni della calligrafia. Qui un estratto dell'intervista che troverete sul nuovo numero di Flair , in edicola dal 22 novembre con Panorama

citazione George Orwell

Una citazione di George Orwell, dal libro Take Your Pleasure Seriously (LazyDog) di Luca Barcellona

Che senso ha, in era digitale, fare calligrafia?

Permette la ricerca di un ritmo personale, una concentrazione che con le “macchine per scrivere” a cui ora siamo abituati non è possibile. Anche i tempi per preparare il colore e per lasciar seccare l’inchiostro sono tutt’altro che morti. La calligrafia è un interessante elettrocardiogramma emotivo, che può aiutare a conoscersi.

Nella calligrafia è importante l’aspetto, lo stile. Ma dove sta la sostanza?

Forma e sostanza coincidono. Penso ai bambini che in certe scuole tornano a fare calligrafia. Rispetto a scrivere con un computer, è come uno specchio per il pensiero, che si può distendere.

Calligraficamente parlando, si risulta più efficaci quando si è sereni o sotto stress?

In una dimensione ideale, fare calligrafia è una specie di gesto zen: una lettera contiene un mondo. E la mente sgombra, aiuta. In pratica, io mi accorgo che quando sono sotto pressione, la scrittura ha più carattere. Ha qualche sbavatura, non è perfetta. Però è come una vita vissuta

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>