Nel corso di in un'affollatissima cerimonia, sabato 16 giugno, la leader nonviolenta dell'opposizione birmana Aung San Suu Kyi ha ricevuto formalmente il premio Nobel per la pace.

Il riconoscimento le era stato conferito nel 1991, quando ancora era appena iniziato il lungo calvario di prigionia, trascorso agli arresti domiciliari, inflittole dal regime militare del suo Paese, fino alla liberazione del 13 novembre 2010.

© Riproduzione Riservata

Commenti