Nome della galleria fotografica che Guido Harari ha aperto nel 2011 ad Alba, nonché della prima esposizione internazionale dedicata alle sue fotografie presso il Rockheim Museum di Trondheim (Norvegia), Wall of Sound è  anche il titolo della mostra in programma dal 18 giugno al 2 settembre 2017 alla Fondazione Bottari Lattes di Monforte d'Alba, nel cuore delle Langhe, patrimonio Unesco.

Trattasi di un’ ampia panoramica del lavoro di un artista che, in oltre quarant’anni di attività, ha immortalato e collaborato con artisti del calibro di Fabrizio De André (di cui è stato uno dei fotografi personali) Lou Reed, Giorgio Gaber, Bob Dylan, Vinicio Capossela, Kate Bush, Vasco Rossi, Peter Gabriel, Pino Daniele, tanto per citarne alcuni.

Le 50 fotografie di Wall Of Sound 10, realizzate tra il 1976 e il 2013, colgono gli artisti in atteggiamenti inusuali, espressioni spesso inattese, su set spesso improvvisati, da cui emerge in maniera immediata la loro personalità. Frutto in molti casi di autentica complicità tra fotografo e soggetto.

Sono ritratti che ben esprimono lo "stile umanizzante", caratteristica fondamentale del lavoro di uno tra i fotografi italiani più apprezzati e conosciuti all’ estero, ritrattista fra i più famosi della storia della musica, capace di raccontare le leggende del rock, del jazz e del pop in uno scatto.

Di Harari Lou Reed precisava: "Sono felice di farmi fotografare da Guido. So che le sue sarannoimmagini musicali, piene di poesia e di sentimento".

Guido Harari – Wall of Sound 10

18 giugno - 2 settembre 2017

Fondazione BottariLattes
Via Guglielmo Marconi 16 - Monforte d'Alba - Piemonte

Lunedì-venerdì: ore 10-12 e 14.30-18 – Sabato e domenica: ore 15.30-18.30

ingresso libero

La mostra proseguirà in una versione opportunamente remixata allo Spazio Don Chisciotte di Torino dal 26 ottobre al 24 dicembre 2017, in occasione della fiera d' arte internazionale Artissima.

© Riproduzione Riservata

Commenti