Casa dei Tre Oci di Venezia si appresta ad accogliere l’ universo surreale, barocco e pop di David LaChapelle

L’ esposizione, curata da Reiner Opoku e Denis Curti, presenterà oltre 100 immagini che ripercorrono la carriera dell’ artista statunitense, dai primi progetti in bianco e nero degli anni novanta fino ai lavori, solo a colori, più recenti. Opere divenute in gran parte iconiche e che gli hanno garantito un riconoscimento internazionale da parte di critica e pubblico

Come grande novità, la rassegna, prima monografica di LaChapelle a Venezia, propone l’ anteprima mondiale di "New World", una nuova serie realizzata negli ultimi 4 anni: 18 fotografie che segnano il ritorno alla figura umana e che ruotano attorno a temi come il paradiso e le rappresentazioni della gioia, della natura, dell’anima.

Influenzato da Andy Warhol e folgorato - dopo il 2006 - dagli affreschi di Michelangelo nella Cappella sistina, in LaChapelle i rimandi ai capolavori michelangioleschi si mescolano ai marchi della società consumistica e alla bellezza ostentata dei corpi nudi: le sue fotografie denunciano le ossessioni contemporanee, il rapporto con il piacere, col benessere, con il superfluo e con una sfrenata esigenza di apparire. Il tutto ammantato da colori elettrici e superfici laccate, e caratterizzato dalla presenza ricorrente di un nudo sfacciato e aggressivo. 

Una mostra straordinaria, dedicata ad un artista dal "tratto" unico e inconfondibile, definito dalla critica l “Il Fellini della Fotografia”.

L' esposizione è organizzata da Fondazione di Venezia e Civita Tre Venezie

DAVID LACHAPELLE
Lost & Found
12 aprile -  10 settembre 2017

Casa dei Tre Oci
Fondamenta delle Zitelle, 43 30133 Giudecca - Venezia

Orari
Tutti i giorni 10 – 19; chiuso martedì

© Riproduzione Riservata

Commenti